in

Pupi Avati spegne oggi 75 candeline: ancora tanti successi per il grande regista

Il 3 novembre del 1938 a Bologna, nasceva uno dei più grandi registi del nostro tempo, Giuseppe Avanti, meglio noto come Pupi. Oggi il famoso regista spegne le sue 75 candeline, e lo fa in piena forma, visto che sarà in prossima uscita il suo film che vede tra i suoi protagonisti una bellissima Sharon Stone e l’affascinante Riccardo Scamarcio.

Pupi_Avati375x255_220808

La vita di Pupi Avati è stata piena di grandi successi cinematografici: grazie a Federico Fellini e al film , il regista decise di intraprendere la strada della cinematografia e della regia, una strada mai più lasciata. Dal 1970, data in cui furono girati i suoi primissimi film, fino ad oggi, tante sono state le pellicole girate, tutte di grande successo di pubblico e di critica, e tanti sono stati i riconoscimenti che Avanti ha ricevuto. Attualmente, come già detto in precedenza, Pupi Avati è impegnato nella produzione del film Un ragazzo d’oro, che ha come protagonisti l’attrice hollywoodiana Sharon Stone, e il nostrano Riccardo Scamarcio.

Una carriera piena di grandi soddisfazioni e intensa quella di Pupi Avanti. E pensare che il noto regista aveva un altro sogno nel cassetto, quello di diventare un grande clarinettista jazz, sogno, come ha dichiarato lui stesso in una recente intervista, spezzato dall’arrivo di Lucio Dalla, che è stato poi un suo grande amico. “Il mio sogno era diventare un grande clarinettista jazz. Ma un giorno nella nostra orchestra arrivò Lucio Dalla. All’inizio non mi preoccupai più di tanto, perché mi pareva un musicista modestissimo. E invece poi ha manifestato una duttilità, una predisposizione, una genialità del tutto impreviste: mi ha tacitato, zittito, messo all’angolo. Io a un certo punto ho anche pensato di ucciderlo, buttandolo giù dalla Sagrada Familia di Barcellona, perché si era messo in mezzo tra me e il mio sogno“.

Seguici sul nostro canale Telegram

Michael Douglas e Catherine Zeta Jones, crisi finita: i due tornano a vivere sotto lo stesso tetto

Miss Italia vuole mostrare il proprio valore a Laura Boldrini: “Vorrei tanto incontrarla”