in ,

“Pure”: la nuova app per chi va subito al sodo, sarà l’anti-Meetic

Arriva una nuova app per chi cerca solo una notte d’amore, senza passare troppo per per le lunghe iscrizioni ai siti che comunemente fanno perdere troppo tempo. Si chiama “Pure” ed è stata da inventata due giovani di origine russa: Roman Sidorenko e Alexander Kuthtenko. Questa nuova App semplifica al massimo le procedure di iscrizione, preserva la privacy in ogni passaggio ed ovviamente come prerogativa ha lo scopo disbaragliare i concorrenti del settore.

L’idea dei due ragazzi che hanno inventato l’app è concedersi una storia fatta solo di sesso e per ottenerla, secondo i due creatori basta fare soltanto un clic. Questo il nome del sito dove connettersi: getpure.org, per poter cominciare per il momento è possibile richiedere solo un invito prima che la app superi la lista d’attesa, e probabilmente anche la censura dell’Apple App Store. All’interno del sito vanno riportate diverse informazioni personali: La propria città, il proprio sesso, quello al quale si è interessati e lasciare la propria mail. Quando la app sarà scaricabile il processo di “matching” si baserà su pochi passaggi.

Chi si iscrive dovrà quindi lasciare diverse informazioni, qualche preferenza a essere ospitati o a ospitare, scegliere le persone più attraenti in base a una foto profilo che non deve essere esplicita, e verificare che l’attrazione sia reciproca. Ogni utenti potrà visualizzare solo la persona che ha espresso nei suoi confronti un gradimento, rispondendo con un semplice “ok” o “no way”, in caso contrario. Le foto e le informazioni sono visualizzabili solo dagli iscritti che hanno delle caratteristiche corrispondenti in fatto di preferenze e posizione geografica, tutte le immagini e le conversazioni in chat scambiate vengono automaticamente cancellate dopo un’ora dallo scambio e non vengono salvate sui server di Pure

Dopo ogni incontro si lascia un feedback dell’utente che si basa principalmente sull’affidabilità. Chi non si presenta agli appuntamenti viene bannato.

Tale applicazione punta maggiormente ad un pubblico femminile, che solitamente negli altri principali siti di incontri online sono assalite da una presenza maschile eccessiva.

Ovviamente non si potrà fare a meno delle giuste critiche di chi condanna la pericolosità degli incontri “al buio”, e per questo gli autori prendono distanza, ma aggiungono che prima di conoscere gli utenti scelti per la prima volta meglio vedersi in luoghi pubblici, sicuri e neutrali, e di utilizzare sempre il preservativo durante i rapporti sessuali.

Seguici sul nostro canale Telegram

gabriel garko news incidente

Gabriel Garko svela i segreti del suo Rodolfo Valentino

Rooney Mara

Rooney Mara: l’oggetto del desiderio di Cate Blanchett