in

Qatar ad Expo 2015: le startup agri-tech che sfidano il deserto

Liberare il Paese dalla dipendenza alimentare: è questo il grande progetto della famiglia Al Thani che, dal 1971, governa l’emirato del Qatar.Grazie a tecnologie agricole molto avanzate, l’Emirato arabo vorrebbe poter ovviare ai problemi dati dai terreni sempre più aridi.

Si chiama Food Security ed è il piano quindicennale sviluppato nell’emirato del Qatar ben esposto nel padiglione ad Expo Milano 2015: placare la dipendenza alimentare (oltre il 90%) di un Paese che vede ogni anno un aumento di popolazione del 5%. Attualmente, infatti, sebbene il Qatar poggi su un mare di petrolio e gas naturale, ogni giorno due colonne di automezzi si incontrano sulla Salwa Road, la strada per la capitale Doha: fuori petrolio e dentro carne, verdure, frutta, ecc… Uno scambio basato, chiaramente, sulle oscillazioni del petrolio che rendono questo modello praticabile ancora per poco tempo. Da qui, il progetto che sfrutta le tecnologie agricole ed innovative più all’avanguardia: dall’oasi idroponica di Zulal dove si producono principalmente ortaggi e fragole, al quartiere industriale di Ras Laffan in cui cresce una piantagione di manghi estesa per ben 40 chilometri quadrati. Ma non è tutto: a 40 minuti d’auto dalla capitale, un’enorme serra utilizza la tecnica dell’osmosi inversa per far crescere fiori quali calle, garofani, gladioli, anthurium e rose.

In tutto ciò, però, in un clima desertico come quello del Qatar, il problema di fondo rimane l’acqua dolce. Le aziende agricole del Paese, infatti, estraggono acqua dalle falde acquifere ad una velocità 4 volte superiore alla normale rigenerazione tramite pioggia e, abbassandosi quindi il livello di falda, sta aumentando notevolmente il livello di salinità dell’acqua. Nell’ambito del Qatar’s National Vision 2030, quindi, non solo tecniche di desalinizzazione: è stato infatti presentato Agri Green, un progetto startup che potrebbe rivoluzionare il ciclo delle acque che alimentano le serre.

Temptation Island 2: le condizioni delle coppie coinvolte nell’incidente

Temptation Island facebook 7 luglio

Temptation Island 2 gossip: quanti matrimoni in vista