in ,

Qualificazioni Europee: tante Nazionali in crescita, l’Italia rischia di rimanere indietro

Ieri c’erano in programma le prime partite di avvicinamento ad Euro 2016 che si terranno in Francia. La maggior parte delle Nazionali più forti avevano partite abbordabili, ma comunque è emerso che alcune sono in crescita esponenziale e per gli Europei in Francia si presenteranno con una grande squadra. E l’Italia? La squadra di Conte stasera sarà impegnata con la Bulgaria, ma resta comunque dietro tecnicamente rispetto alle altre.

Ottima la prestazione dell’Inghilterra che ha annichilito in casa, a Wembley, la Lituania che per novanta minuti si è chiusa in difesa, ma questo non ha impedito agli uomini di Hodgson di stravincere. Una squadra nuova, giovane, trascinata dall’uomo dei record Rooney e dal giovane su cui punta tutta una nazione, Harry Kane. Rinasce anche la Spagna che di misura batte l’Ucraina, ma è un nuovo ciclo anche per gli iberici che si presentano con una formazione molto giovane, l’unica pecca resta Casillas, non in grande forma fisica. La sorpresa è l’Austria, una formazione molto giovane allenata da un maestro come Koller. Fanno paura la Slovacchia e la Slovenia, che vogliono ripresentarsi come protagoniste agli Europei.

Stasera saranno protagoniste il Galles di Bale, la Repubblica Ceca, capolista del girone A, il Belgio, ormai nell’olimpo delle grandi, l’Olanda, sempre temibile anche se fuori forma, ed infine la nostra Italia, anche Conte sta attuando una rivoluzione: non ci sarà Pirlo, al suo posto Verratti, manca anche Marchisio, gioca Bertolacci, insieme a loro Candreva, età media: 24.

Johnson Pereira Garcia Sabatini

Calciomercato News Roma: Bruno Peres, Johnson e Pereira per le fasce di Garcia

Uomini e Donne trono classico: l’incredibile somiglianza di Silva e Teresa, ecco perchè Fabio è invaghito