in ,

Quando parlano i bambini per la prima volta

Vuoi stimolare il tuo bambino a parlare presto? Usa il linguaggio maternese o il parentese, che aiutano il bambino a stare attento: il maternese oltre al suono del linguaggio coinvolge anche con le espressioni del viso. Ripeti le parole lentamente, con un tono abbastanza sostenuto e più volte, pronunciando a lungo le vocali della parola, trascinandole. Fai le facce strane, particolari, buffe che attirano molto i piccolini. I bambini seguono molto, infatti, la mimica facciale.

Le parole ovviamente devono essere corrette, non storpiate o senza senso. Se il bimbo vive in un contesto stimolante parlerà più precocemente, ed avrà un vocabolario più ampio certamente. Un ambiente ricco di suoni aiuta tantissimo a sviluppare le capacità di comunicazioni e linguaggio.

In genere il neonato comincia ad emettere i primi suoni prestissimo, verso gli 8-12 mesi, comincerà a pronunciare le prime parole di senso. E’ buffo e tenero ascoltare e guardare i genitori o i nonni, mentre guardando il piccolo, insistono con la parola che vorrebbero pronunciasse per primaLo si incoraggia cantando, leggendogli fin dalla nascita, parlandogli sempre. Descrivendo quello che si sta facendo con i termini giusti. Mentre lo cambi, gli fai il bagnetto, gli dai da mangiare. Il bambino osserva e ascolta. Immagazzina dati… e poi esploderà un giorno con il suo vocabolario.

Photo Credit: DONOT6_Studio / Shutterstock

Anticipazioni Uomini e Donne trono classico: Silvia bacia Raphael

Ares 118 Roma concorsi

Ares 118 Roma: concorsi 2015 in scadenza, assunzioni di 68 autisti barellieri