in ,

Quarto Grado: Valentina Pitzails sfregiata dal marito, esempio di come sopravvivere alla violenza

Quarto Grado, la trasmissione di Retequattro, stasera ospiterà Valentina Pitzails, la giovane donna sarda divenuta, suo malgrado, simbolo della lotta alla violenza sulle donne. La sua storia è nota sia per il fatto di cronaca che l’ha vista tragicamente coinvolta, sia per la fierezza della sua reazione. Il 17 aprile del 2011, Valentina aveva appena 27 anni e un matrimonio finito alle spalle, suo marito, dal quale viveva separata, quel maledetto giorno, la cosparse di cherosene e le diede fuoco. Le fiamme uccisero l’uomo e sfigurarono per sempre la ragazza. I fatti si svolsero a Carbonia, ma scossero l’Italia intera e oggi il suo caso è più attuale che mai, visto il moltiplicarsi di casi di violenza di genere.

Valentina Pitzails, si risvegliò in un letto d’ospedale col viso gravemente danneggiato, una mano amputata e l’altra menomata dalle fiamme. Da allora ha intrapreso una battaglia contro la violenza sulle donne, con coraggio e determinazione gira lItalia per raccontare la sua storia e per dare speranza alle vittime come lei dalla furia violenta di uomini in molti casi famliari.

La sua storia è narrata in libro, già da titolo, molto toccante, “Nessuno può toglierci il sorriso”, scritto insieme a Giusy Laganà, edito da Mondadori. Ultimamente, per la sensibilità e l’empatia che riesce a creare con chi l’ascolta, ha deciso di fare da testimonial al progetto di Pari Passo sostenuto da Fare x Bene, una onlus che contribuisce a finanziare il percorso di recupero

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

ricette natale menù vegetariano vegano

Vigilia di Natale 2014 cena e pranzo: menù vegetariano e vegano, idee ricette

Anticipazioni Beautiful sabato 29 Novembre: il piano di Brooke per aiutare Bill