in

Raffaella Carrà coach di The Voice of Italy: un mito, icona dei gay

Raffaella Carrà ha fatto ufficialmente ritorno come coach a The Voice of Italy, il talent show di Rai due. L’intramontabile showgirl, dopo la prima e seconda edizione del programma, non aveva partecipato alla terza. Ieri sera ha fatto ingresso sul palcoscenico di The Voice of Italy fasciata in un abito nero elegantissimo e da subito ha mostrato tutta la sua grinta ed esperienza.

All’opening, Raffaella Carrà ha partecipato insieme a Max Pezzali, Dolcenera ed Emis Killa. La soubrette, attrice, ballerina, cantante, nata il 18 giugno 1943, all’anagrafe Maria Roberta Pelloni, in arte Raffaella Carrà, è considerata all’unanimità dal mondo dello spettacolo, “La signora della tv”. La sua carriera è iniziata negli effervescenti anni ‘50-’60. Giovanissima Raffaella Carrà ha esordito nel cinema, rivestendo il ruolo di Graziella nel melodramma di Mario Bonnard “Tormento del passato”. In seguito recitò in film di Monicelli “I compagni” dl 1963, di Vacini “Il peccato degli anni verdi” del 1961 e anche a Hollywood nel film “Il colonnello Von Ryan” accanto a Frank Sinatra. Il grande successo per Raffaela Carrà arriverà qualche anno dopo grazie alla sua televisione che la vede a “Canzonissima” al fianco di Corrado e poi in “Ma che musica maestro” in cui ha mostrato per la prima volta in Italia l’ombelico ballando il “Tuca Tuca”. La Carrà ha avuto grande popolarità anche all’estero, in Spagna in particolare. In Italia ha continuato a spopolarecon programmi quali “Buonosera Raffaella”, “Pronto Raffaelle? “Domenica In”, fino a “Carramba! Che sorpresa” poi diventato “Carramb!Che fortuna” abbinato alla Lotteria Italia fino al 2002.

Raffaella Carrà è da sempre un’icona del mondo gay, in un’intervista rilasciata a Giacomo Papi la conduttrice non ha sorpreso quando a proposito delle famiglie tradizionali e non ha dichiarato: “Oggi quando si parla delle adozioni a coppie Gay ma anche etero faccio un pensiero: “Ma io con chi sono nata, con chi sono cresciuta? Mi rispondo con due donne, mia madre e mia nonn. Facciamoli uscire i bambini dagli orfanotrofi, non crescono cos’ male anche se avranno due padri o due madri. Io le ho avute. Sono venuta male?”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Juventus Udinese probabili formazioni

Juventus, Marchisio fuori sette giorni, Chiellini e Alex Sandro pronti per l’Inter

Maddalena Corvaglia Instagram

Maddalena Corvaglia Instagram: disavventura mattutina per l’ex Velina