in ,

“Ragazza afghana” di McCurry: Sharbat Gula arrestata dovrà rimanere in carcere

La ‘ragazza afghana di McCurry’, Sharbat Gula, rimane in carcere, lo ha stabilito oggi, respingendo la sua richiesta di libertà su cauzione, il tribunale speciale pachistano di Peshawar, nel Pakistan nord-occidentale.

La ‘Ragazza afghana’, la cui foto ‘storica’ scattata dal fotografo Steve McCurry che dava risalto ai suoi penetranti occhi verdi apparve sulla copertina del National Geographic nel 1984, e fece il giro del mondo, è accusata di detenzione di documenti falsi. Arrestata lo scorso 26 ottobre mentre stava per ritornare in Afghanistan, la donna è stata condannata per “falsificazione di documento”, e dovrà rimane dietro le sbarre. Così ha deciso il giudice, provocando l’immediata reazione dell’ambasciatore afghano in Pakistan, Omar Zakhilwal, che in una lettera ha chiesto l’intervento diretto del premier, Nawaz Sharif.

Sharbat Gula, come ieri ha rivelato il suo avvocato, sarebbe malata, affetta da Epatite C e, in quanto madre di 4 figli e unico membro della famiglia in grado di provvedere economicamente al loro mantenimento, ha chiesto di essere scarcerata. Secondo l’accusa la donna avrebbe utilizzato una carta d’identità falsa nell’aprile 2014, a Peshawar, dichiarando di essere nata in Pakistan e di chiamarsi Sharbat Bibi. Quel documento fittizio le sarebbe servito a condurre una vita migliore, in quanto i rifugiati afghani in Pakistan non godono di grande libertà.

aggiornamento iOS 10.2 beta 1 iphone ipad

Aggiornamento iOS 10.1.1 a iOS 10.2 Beta 1 per i iPhone e iPad: ecco tutte le novità

Terremoto Scuola, quanti edifici a rischio? I freddi numeri di Adriana Bizzarri [INTERVISTA]