in

Ragazza intrappolata nel suo corpo per quattro anni, si sveglia e racconta tutta la verità che non è mai riuscita a dire alla sua famiglia

Victoria Arlen, era una ragazzina proprio come tutte le altre, che aveva la passione per il ballo e per il nuoto. Però, nel momento in cui ha compiuto i suoi undici anni, ha iniziato a mostrare i sintomi dell’influenza, che l’hanno portata a poco a poco alla paralisi, dalla vita in giù. Tutto questo nel giro di due settimane. (continua a leggere dopo l’immagine)

Victoria, ha trascorso quasi quattro anni della sua vita, intrappolata nel suo corpo, senza potersi muovere e vedere quello che succedeva intorno a lei. E’ rimasta viva, solo perché i medici le hanno messo un tubo per nutrirla e per aiutarla a respirare. Infatti, hanno anche avvisato i suoi genitori, che credevano che sarebbe rimasta in uno stato vegetativo per il resto della sua vita e che non si sarebbe più risvegliata.
La verità, che nessuno sapeva però, era un’altra. Victoria, riusciva a sentire tutto mentre era in coma. Due anni dopo, la ragazza è riuscita a svegliarsi di nuovo, ma nonostante tutto, il suo corpo non rispondeva ai comandi del suo cervello. Poteva sentire tutto quello che accadeva intorno a lei, ma non poteva rispondere. I medici, in quel periodo avevano anche scoperto la strana malattia che aveva portato all’infiammazione del suo midollo e del suo cervello. Infatti, lei aveva sentito i dottori dire ai suoi genitori che era cerebralmente morta. Tutti i dottori le avevano detto, che sarebbe rimasta sulla sedia a rotelle, per il resto della sua vita. Victoria, però, non voleva accettare quella triste verità. Alla fine, è stata anche in grado di tornare a scuola. Era al settimo cielo per questo. Però, una volta arrivata li, è stata anche vittima di bullismo, perché era sulla sedia. E’ tornata a casa completamente scioccata da quella giornata. Infatti non voleva più andare a scuola. (continua a leggere dopo l’immagine)

I suoi genitori, dopo quel giorno, hanno fatto una promessa alla ragazza e cioè, che l’avrebbero aiutata a recuperare la fiducia in se stessa. Infatti, non hanno mai dimenticato quella promessa. Victoria essendo cresciuta vicino ad un lago, sapeva nuotare molto bene. Per questo motivo, i suoi fratelli, per cercare di aiutarla, hanno pensato che farla tornare a nuotare sarebbe stata la cosa giusta. Per questo motivo, un giorno all’improvviso l’hanno buttata a sua insaputa, nella piscina di casa. Inizialmente, la ragazza era terrorizzata, però, poi alla fine, è stata una vera e propria magia.

Nel 2012, Victoria a soli diciassette anni, ha partecipato con la squadra statunitense, ai giochi olimpici ed ha vinto tre medaglie d’argento. Inoltre, una volta tornata a casa da quest’evento, ha iniziato a raccontare la sua storia a giornali ed ai programmi televisivi e per questo, è diventata fonte d’ispirazione per tutti. Nonostante quello che dicevano i medici, l’undici novembre 2015, Victoria ha fatto i suoi primi passi. Inizialmente, era aiutata dal deambulatore, poi con le stampelle e cinque mesi dopo, è riuscita anche a camminare di nuovo, senza alcun tipo d’aiuto. Il viaggio che ha fatto questa ragazza, è del tutto incredibile e parlarne per noi è meraviglioso. La sua storia dovrebbe essere d’ispirazione per tutte le persone, che credono di non farcela! Sei grande Victoria…

Governo news: «Crisi in arrivo? Il potere è un ottimo collante»

Europei Under 21 2019

Europei Under 21 2019 gironi: Italia contro Belgio, Polonia e Spagna