in ,

Ragazza morta al Luna Park autopsia: Francesca non è stata uccisa da un malore

San Benedetto del Tronto: Francesca Galazzo non ha avuto alcun malore. Quando venerdì scorso è schizzata fuori dalla capsula della giostra in movimento, non si è sentita male. Ad ucciderla quel terribile volo di 20 metri, il violento impattoal suolo, che no le hanno lasciato scampo.

Ieri è stata eseguita l’autopsia sul corpo della giovane madre 27enne: prima di essere scaraventata al suolo, Francesca avrebbe avuto un violento impatto con le scale di ingresso al luna park ‘Sling shot’. Fratture multiple sono state infatti riscontrate ai suoi arti, che fanno escludere il malore quale causa del suo decesso, sopraggiunto pochi minuti dopo il terribile volo. Risultato, questo, che conferma quanto ipotizzato dai sanitari appena giunti sul posto dopo la tragedia, avvenuta lo scorso 14 luglio.

Ascoli, ragazza morta al Luna Park: indagata titolare giostra

La morte della ragazza sarebbe dunque riconducibile alle lesioni riportate nell’impatto alla testa e in altre parti del corpo. L’autopsia è stata all’obitorio dell’ospedale Madonna del Soccorso su disposizione del sostituto procuratore di Ascoli Piceno Mara Flaiani. In queste ore il magistrato che si sta occupando del caso ha disposto inoltre agli agenti del commissariato di effettuare un sopralluogo alla giostra estrema, e di visionare il video che avrebbe ripreso le fasi di imbragatura di un passeggero al roll bar, per verificare se le misure di sicurezza quella sera abbiano funzionato correttamente. La salma di Francesca Galazzo è stata restituita alla famiglia che, per suo volere, sarà cremata.

20 ottobre inizia processo mafia capitale

Mafia Capitale sentenza: 20 anni per Massimo Carminati, 19 per Salvatore Buzzi

obbligo vaccini

Decreto vaccini: il Senato approva, ora si passa alla Camera