in ,

Ragazza uccisa a Roma, l’ex fidanzato confessa: “L’ho bruciata viva”

Sara Di Pietrantonio ha fatto una fine orrenda, disumana: bruciata viva. Il suo aguzzino è l’ex fidanzato Vincenzo Paduano, guardia giurata 27enne, ora in galera, che, dopo essere stato torchiato per 8 ore dai carabinieri, ha confessato il terribile omicidio della studentessa 22enne, avvenuto nella notte tra sabato e domenica scorsi lungo via della Magliana a Roma.

Gli inquirenti hanno potuto ricostruire l’esatta dinamica della vicenda grazie alle telecamere di videsorveglianza collocate nel luogo del delitto: Paduano “ha rincorso la ragazza. Lei ha chiesto aiuto agli automobilisti ma nessuno si è fermato. L’uomo l’ha raggiunta e le ha dato fuoco. Una morte atroce”. La povera Sara, dunque, se qualcuno si fosse fermato a soccorrerla, ora sarebbe ancora viva.

Lo ha confermato il sostituto procuratore di Roma, Maria Monteleone: “Se qualcuno si fosse fermato, Sara sarebbe ancora viva … ci vuole coraggio, se si vedono cose strane è dovere chiamare il 113”Due gli automobilisti ripresi passare in auto nel momento in cui la ragazza chiedeva disperatamente che si fermassero per soccorrerla. Già rintracciati dalle forze dell’ordine avrebbero però detto di non essersi accorti che la giovane stesse chiedendo aiuto.

Vincenzo Paduano è ora accusato di omicidio premeditato: per gli inquirenti ha incendiato con l’alcol l’auto della ex, per poi inseguirla a piedi e darle fuoco. “In 25 anni di questo lavoro non ho mai visto un delitto così atroce”, ha dichiarato ancora sotto shock il capo della squadra mobile di Roma Luigi Silipo impegnato nelle indagini.

Nina Moric GF VIP

Belen Rodriguez gossip, querela per Nina Moric che risponde: “Facciamo questa foto”

frittelle salate sambuco

Frittelle salate di fiori di sambuco [VIDEORICETTA]