in

Ragazza violentata in Circumvesuviana a San Giorgio a Cremano, fermati tre giovani: «Sono degli animali!» [VIDEO]

Violentata in pieno giorno nell’ascensore della stazione Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano.  La comunità è ancora sotto shock, incredula: come è stato possibile che nessuno si sia accorto di quanto stava accadendo. Fortunatamente le «bestie» di San Giorgio a Cremano hanno un volto e un nome: questa notte dopo un attento esame delle telecamere di videosorveglianza sono stati individuati i tre aggressori: si tratta di tre ragazzi tra i 18 e i 20, italiani e incensurati, tutti residenti nell’area vesuviana. Fondamentale è stata anche la testimonianza della ragazza, originaria di Portici, che agli inquirenti ha raccontato di conoscere di vista i tre. Ora sono accusati di violenza sessuale di gruppo.

 

Ragazza violentata in Circumvesuviana a San Giorgio a Cremano: arrestati tre giovani

Le indagini, condotte dal commissariato di San Giorgio a Cremano, guidato dal dirigente Pasquale Toscano e dalla squadra mobile, coordinate dal pool “Fasce deboli” della Procura, diretto dal procuratore aggiunto Raffaello Falcone, sono riusciti ad individuare in poche ore i tre stupratori. E adesso è il momento della rabbia, dello sdegno oltre che del dolore e della paura, perché a nessuna altra donna succeda. La violenza si sarebbe consumata mentre le porte dell’ascensore, tenuto bloccato al piano, si aprivano e chiudevano. Tutto è stato ripreso dalle telecamere di video sorveglianza della stazione: proprio queste ultime hanno incastrato i tre ragazzi, per i quali è stato disposto l’esame del Dna e il sequestro dei cellulari. Durissimo lo sfogo del presidente Eav (Ente autonomo Volturno), Umberto De Gregorio, che ha affermato: «Ho visto quel video. E sono sconvolto dalle immagini. Sono degli animali!». Senza parole anche il sindaco Giorgio Zinno che ha dichiarato: «Impossibile pensare che un crimine del genere avvenga nella nostra città, ancora più impensabile che nessuno veda!».

La 24enne è stata ritrovata in condizioni pietose: «Sono degli animali!»

Dopo la brutale aggressione la ventiquattrenne è stata soccorsa e trasportata all’ospedale più vicino. Con gli abiti lacerati e sotto shock ha raccontato al telefono alla madre di aver subito violenza. Nel frattempo una telefonata anonima arrivata intorno alle 18 ha avvertito le forze dell’ordine: la ragazza è stata trovata in un angolo della stazione in condizioni pietose. Purtroppo non potrà mai dimenticare quei terribili momenti, nessuno potrà lavare via quelle immagini.

leggi anche l’articolo —> Testimone di Geova abbandonata dalle figlie per aver accettato una trasfusione? Come stanno davvero le cose

Seguici sul nostro canale Telegram

Elisa incredibile retroscena sul marito Andrea: «Lui stava con una corista che era molto mia amica!»

Michele Morrone e Elena D’Amario, baci hot a Trastevere: ma lui non è sposato?