in ,

Ragazzo ucciso durante festino a Roma ultime notizie: adescato con 120 euro

Omicidio premeditato aggravato dalla crudeltà, le sevizie e i futili motivi, questa l’accusa formulata dal pm Francesco Scavo nei confronti di Manuel Foffo e Marco Prato, i due giovani che sabato sera hanno ucciso Luca Varani durante un festino a base di alcol e droga; nella giornata di ieri era arrivata la confessione con le motivazioni per le quali era stato commesso l’efferato delitto ma nelle ultime ore Foffo e Prato hanno aggiunto ulteriori dettagli al macabro racconto.

“Ci siamo trasformati in animali” comincia Marco Prato, affermando che avrebbero attratto a casa loro il ventitreenne Luca Varani con la promessa di 120 euro, sapendo che il giovane, secondo la confessione di entrambi, si prostituiva. “Volevamo uccidere qualcuno. Volevamo vedere l’effetto che fa” continua Manuel Foffo, il proprietario dell’appartamento dove è stato ritrovato il cadavere.

Poi ricostruisce come è stata presa la terribile decisione, come riportano i colleghi di Tgcom24: La mattina del 4 marzo Marco ha mandato un messaggio WhatsApp a Luca. Eravamo in sala attorno al tavolo. Ricordo però che prima di questo evento, siamo usciti in macchina e ricordo che avevamo il desiderio di fare del male a una persona qualsiasi. Questa cosa è maturata nelle nostre menti nella notte di giovedì. Quando eravamo in macchina non abbiamo portato a termine la nostra intenzione di fare del male a una persona in quanto non abbiamo trovato nessuno. Lo avremmo forse fatto se avessimo trovato quella persona.”

omicidio pordenone news

Omicidio Pordenone ultime notizie: i dettagli dell’arresto di Giosuè Ruotolo

giornata mondiale dell'acqua 2016, giornata internazionale dell'acqua 2016, come risparmiare acqua, come risparmiare acqua in casa, come risparmiare acqua potabile

Giornata Mondiale dell’Acqua 2016: consigli per risparmiare acqua in casa