in

Ragusa, poliziotto uccide la moglie e si suicida

Nella notte tra domenica 28 e lunedì 29 aprile 2019, un uomo, poliziotto in servizio a Ragusa, ha ucciso la moglie con la pistola d’ordinanza per poi suicidarsi. La tragedia si sarebbe consumata nell’abitazione dove i coniugi vivevano con le due figlie di 6 e 7 anni. Secondo la ricostruzione, il 42enne, assistente capo della Polizia di Stato, avrebbe ucciso la moglie di 33 anni nella notte, togliendosi poi la vita.

Ragusa, poliziotto uccide la moglie: a dare l’allarme la figlia

Al momento del raptus, in casa c’erano anche le due figlie piccole, illese. Prima di uccidere la moglie, il poliziotto ha lasciato persino un messaggio sul suo profilo Facebook: “Ti ho dedicato tutta la mia vita. Ti amo”. La coppia si era conosciuta in Piemonte dove l’uomo prestava servizio nella Polstrada e si è poi sposata otto anni fa. Di entrambi si conoscono solo le iniziali: S. C. avrebbe esploso i tre colpi contro A. B., sorprendendola nel sonno. Pare che a dare l’allarme sia stata una delle bambine, telefonando a un parente. Il pm di turno è il sostituto procuratore Giulia Bisello.

Leggi anche —> Catania, rissa a sediate nella basilica di San Nicolò: turista pubblica video

Vittorio Brumotti si sposa: l’annuncio a sorpresa della fidanzata

Corporate Security: 50 nuove assunzioni per il Forte Secur Group entro il 2020