in ,

Raid anti-Isis: la Francia annuncia imminenti bombardamenti in Siria

Ore decisive e ad alta tensione, queste, per la Siria. Sta infatti concretizzandosi di ora in ora il piano “anti-Isis” prospettato dalla Francia e avallato dall’Inghilterra, che intenderebbero quanto prima intervenire militarmente nel territorio per contrastare le basi strategiche del terrorismo jihadista. A ciò sono finalizzati i voli di ricognizione in Siria annunciati nei giorni scorsi dal presidente francese, François Hollande: la localizzazione delle basi militari Isis e l’intervento immediato contro lo Stato islamico.

I tempi del progetto avrebbero subito una accelerazione, stando a quanto dichiarato quest’oggi dal ministro della Difesa francese, Jean-Yves Le Drian, all’emittente radiofonica “France Inter”: “I raid aerei contro le postazioni dell’Isis in Siria inizieranno nelle prossime settimane”, confermando il via ai bombardamenti in Siria non appena “termineranno i voli di ricognizione e ci saranno obiettivi ben identificati”.

Il Ministro ha poi escluso l’eventualità di un appoggio militare anti-Isis al governo siriano di Assad (sostenuto invece dalla Russia) con parole inequivocabili: “Non è la soluzione. Se ne deve andare al più presto possibile, in Siria serve una soluzione politica”. 

Dal canto suo, il presidente siriano proprio quest’oggi ha dichiarato ai media russi :“Se il popolo desidera che il presidente rimanga, lui rimane, altrimenti dovrebbe lasciare immediatamente”, ribadendo di non essere intenzionato a lasciare il potere perché “il presidente non lascia per decisione degli Stati Uniti, del Consiglio di sicurezza dell’Onu o della Conferenza di Ginevra”.

feste popolari Romagna autunno 2015

Sagre in Romagna settembre-ottobre 2015, tra funghi, tartufi, vino e allegria

Fedez e Mika

Fedez e Mika uniscono i loro talenti in un progetto musicale: il duetto Beautiful Disaster