in ,

Raid anti-Isis: la Francia dà il via ai bombardamenti in Siria

L’Eliseo ha annunciato di avere dato inizio ai primi raid aerei anti-Isis in Siria. La notizia è stata data da Le Monde e confermata dalla presidenza francese con un comunicato: “Il nostro Paese conferma il suo impegno risoluto a combattere contro la minaccia terroristica rappresentata da Daesh”. Nel comunicato diramato dalla presidenza è stato inoltre specificato che gli attacchi aerei, come annunciato qualche settimana fa, sono stati effettuati sulla base dei dati raccolti nei voli di ricognizione avviati l’8 settembre.

L’operazione militare non arriva inaspettata, giacché l’intenzione di un intervento congiunto con la coalizione internazionale era stato annunciato da François Hollande dieci giorni fa“In Siria vogliamo sapere cosa si prepara contro di noi e cosa si fa contro la popolazione siriana”, aveva dichiarato il presidente francese. La Russia intanto conferma una possibile cooperazione “nel prossimo futuro”, forte dell’appoggio dell’Iraq – come confermato da Baghdad  – che coopera anche con Siria e Iran sul fronte dell’intelligence in nome di un piano comune per colpire lo Stato Islamico. La cooperazione sarebbe già operativa, fa sapere al Arabiya.

Nel frattempo si allargano le fila dei jihadisti pronti a combattere per lo Stato islamico: sarebbero infatti almeno 30mila, stando a fonti di intelligence Usa citate dal New York Times, i foreign fighters in Siria e Iraq che sono andati a combattere nelle file dell’Isis. I reclutamenti sarebbero in costante crescita, “con quasi 1.000 nuovi combattenti al mese”.

tirocini settore turistico Erasmus Plus

Erasmus Plus 2015, bando in scadenza: 55 borse di tirocinio nel settore turistico

omiciido pordenone news arma delitto

Omicidio Pordenone, perizia balistica conferma: pistola nel lago è arma delitto