in

Raoul Bova nel mirino del Fisco: sequestrati 1,5 milioni ma l’attore si difende

Presunta evasione fiscale per Raoul Bova, soltanto l’ultimo dell’Olimpo dei “Famosi” ad essere finito nel mirino del Fisco. Secondo quanto trapelato, l’attore avrebbe evaso il fisco per una cifra pari a 680 mila euro. La Procura di Roma ha così disposto il sequestro preventivo dei suoi beni per oltre 1 milione e mezzo di euro. Ma Raoul Bova non  ci sta e all’Ansa accusa l’Agenzia delle Entrate di essersi accanita nei suoi confronti, dal momento che egli starebbe già pagando la cifra elusa.

raoul bova fiction canale 5

I problemi con il Fisco riguarderebbero una questione relativa alla società che gestisce l’immagine dell’attore, la Sammarco Srl: essa sarebbe stata usata per alcuni trasferimenti di costi in modo da pagare un’aliquota inferiore rispetto ai reali guadagni di Bova. L’attore tiene però a precisare che egli starebbe già saldando il debito fiscale secondo un accordo stipulato per mezzo dei suoi avvocati con l’Agenzia delle Entrate, avendo egli riconosciuto l’errore compiuto dagli amministratori della Sammarco Srl.

L’attore sostiene dunque che il sequestro dei suoi beni sia un vero “accanimento” contro di lui, anche perché egli assicura che il debito fiscale è di gran lunga inferiore al valore del sequestro. “Spero che la faccenda si chiuda al più presto per riprendere serenamente il mio lavoro che è sostanzialmente di set, e non di libri contabili, fatture e tribunali”, ha dichiarato l’attore all’Ansa.

Seguici sul nostro canale Telegram

Invecchiamento: dipende (anche) dai geni della madre

Belen Rodriguez matrimonio, l’album dei ricordi è subito su Facebook