in

Raoul Bova risponde alla suocera: “Basta con questa guerra che fa solo del male”

Raoul Bova dopo un prolungato silenzio ha deciso di parlare e rispondere pubblicamente alla suocera Annamaria Bernardini De Pace, avvocato divorzista madre dell’ex moglie Chiara Giordano, dopo l’attacco da lei pubblicato sul quotidiano Il Giornale lo scorso agosto. Il titolo della lettera era “Caro genero degenerato, vai e non tornare” e, nonostante fosse la descrizione ipotetica di un genero traditore egoista bugiardo debole e irresponsabile, il riferimento a Bova era risultato più che palese agli occhi di tutti i lettori. L’attore, che dopo 13 anni di matrimonio e due figli era giunto alla difficile decisione del divorzio, si è sfogato in un’intervista a Vanity Fair in edicola da domani mercoledì 8 aprile.

“Sono il bersaglio di una campagna. Il traditore che merita la gogna. Finora non avevo mai reagito per non peggiorare le cose, ma alla fine ho capito che in realtà le peggioro stando zitto. Perché chi è mosso dal rancore non si ferma, più incassi e più attacca. E io devo proteggere i miei figli da questa guerra. Per questo parlo. Per dire: vi prego, basta con questa guerra che fa solo del male. Il problema è che tutta questa situazione fa star male i miei figli, i suoi nipoti. Come deve sentirsi, un ragazzino, nel leggere che il suo papà è un traditore superficiale, che non si è fatto nessuno scrupolo a scaricare la mamma per una ventenne? Le cose non sono andate per niente così, ma lui come fa a capirlo?”.Il nostro matrimonio era finito da un pezzo, da ben prima che conoscessi Rocío”.

Insomma in tutto questo marasma, come è giusto che sia, Raoul ha pensato solamente a come avrebbero reagito i figli, aspettando a rispondere all’agguerrita suocera sul piede di guerra dal 2013. Bova ha inoltre affermato che l’unione con la Giordano era in crisi ormai da tempo, quando nella sua vita fece la sua comparsa Rocío Muñoz Morales“Rocío, che ha rubato l’uomo a un’altra. E poi calpestare la sua privacy, farla passare per raccomandata… Non era scontato che reggesse, in fondo ha solo 27 anni, ma ha dimostrato una gran forza e il nostro rapporto oggi è persino più solido” questo quello che pensa l’attore della sua nuova compagna, parte lesa in questa assurda guerra mediatica.

roma-primo-maggio

Primo maggio 2015 a Roma: tra il concerto e interessanti offerte

Elena Ceste ultime news

Elena Ceste ultime news: l’avvocato di Michele Buoninconti abbandona il mandato