in

Rapina in villa a Lanciano news: rumeni fanno prime ammissioni e accuse

Rapina in villa a Lanciano news: hanno fatto le prime parziali ammissioni i primi tre fermati accusati di aver preso parte alla feroce rapina nella proprietà dei coniugi Martelli nella notte dello scorso sabato. Sequestrati, picchiati e minacciati da quattro aguzzini con il volto incappucciato, uno dei quali ha tagliato il lobo dell’orecchio destro della signora Niva Bazzan.

“Hanno specificato i ruoli e le responsabilità di ognuno”, ha detto l’avvocato Domenico Russo al termine dell’interrogatorio di garanzia effettuato nel carcere di Lanciano dal Gip, Massimo Canosa. Il legale ha poi aggiunto che i suoi assistiti “hanno indicato in altra persona il responsabile del taglio dell’orecchio della signora Niva Bazzan”. Si tratterebbe del quarto uomo arrestato giovedì pomeriggio a Caserta. Il 26enne rumeno sarebbe il più feroce e crudele della banda criminale.

I tre giovani romeni in stato di fermo dal 26 settembre, sono due fratelli di 22 e 20 anni e il loro cugino 25enne. L’ideatore della rapina e responsabile del taglio del lobo dell’orecchio di una delle vittime, sarebbe il 26enne arrestato per ultimo. A tradirlo durante la fuga l’aver tentato di vendere l’orologio di valore rubato al signor Martelli, insieme ad altri gioielli. “È stato lui? È stato mio figlio? Punitelo, deve soffrire come ha fatto soffrire quelle persone”, queste le prime parole pronunciate dalla madre di Alexandru Bogdan Colteanu, appreso dell’arresto del figlio e delle gravi accuse che pendono su di lui.

Potrebbe interessarti anche: Rapina in villa a Lanciano news: rumeni fanno prime ammissioni e accuse

Avola uccisa a coltellate dall’ex della figlia: furia omicida dopo post su Facebook

Alberto Angela altezza, età, peso, moglie, figli: tutto sul divulgatore scientifico