in ,

Rapporto Svimez 2013: la crisi colpisce soprattutto il Sud Italia

Se invece, come lo stesso rapporto denuncia, si guarda all’interno di una lente di ingrandimento verso il sud Italia, il Pil dovrebbe calare del 2,5%.

Per il 2014 invece, lo stesso rapporto Swimez rileva che il Pil nazionale dovrebbe salire lo 0,7%, mentre per le regioni a sud di Roma, dovrebbe aumentale solamente dello 0,1%.

Ma ciò che fa davvero spavento è che la situazione economica potrebbe peggiorare nel lungo periodo, infatti si stima che, per le regioni del sud, che saranno sempre più spopolate, da cui entro il 2065 spariranno due milioni di under 44, tra denatalità, disoccupazione e nuove emigrazioni: “Una terra a rischio desertificazione industriale, dove crollano consumi e investimenti, risale la disoccupazione ufficiale, ma dove in cinque anni le famiglie povere sono aumentate del 30%, pari a 350mila nuclei”.
lavoro, manifestazione


Sempre secondo lo stesso rapporto è emerso che le manovre finanziarie dal 2010 ad oggi, hanno solo sfavorito il prodotto interno lordo del meridione. Fra 2012 e 2014, il Pil delle regioni meridionali calerà dell’8,8%, a causa dei vari tagli alle spese.

rodriguez e de martino

Belen Rodriguez posta su Facebook le pubblicazioni del matrimonio con Stefano De Martino

Davide Moscardelli compleanno

Curiosità dal web: Moscardelli Mania, l’attaccante del Bologna spiega il motivo