in

Ravenna, cadavere mummificato trovato in pineta: orrore a Casalborsetti

Trovato un cadavere mummificato in una pineta del Ravennate. Si apprende che il corpo sarebbe stato lì, tra i boschi a nord del fiume Lamone, a Casalborsetti, da molto tempo. Mesi. Secondo le prime indiscrezioni trapelate, il cadavere sarebbe stato notato da un escursionista che ieri pomeriggio stava passeggiando nella pineta; l’uomo, resosi conto che si trattava di un corpo umano, ha subito allertato i carabinieri che sono arrivati sul posto e hanno iniziato le indagini coordinate dal pm Daniele Barberini. L’area del ritrovamento è stata isolata per consentire agli uomini della Scientifica di svolgere tutti gli accertamenti del caso.

Il cadavere, si apprende, non è stato identificato perché è in avanzato stato di decomposizione. Dovrebbe trattarsi di un uomo morto mesi fa. Accanto non sono stati trovati documenti. La macabra scoperta del cadavere mummificato è stata fatta ieri, giovedì 18 ottobre, intorno alle 17. In base alle prime informazioni l’uomo sarebbe morto mesi fa e l’avanzato stato di decomposizione, e la mancanza di documenti, al momento non permettono di ipotizzare l’identità della vittima. Si sa solamente che trattasi di un uomo.

Sul posto è presente anche il medico legale che, dopo un superficiale esame cadaverico, non ha per il momento escluso nessuna ipotesi sulle cause del decesso. Tutto sarebbe dunque plausibile, dalla morte violenta al suicidio. La mancanza di mezzi di trasporto abbandonati sul posto, in quella zona isolata, farebbe tuttavia supporre che l’uomo sia stato portato lì dopo la morte. Indagini in corso a tutto campo.

Potrebbe interessarti anche: Strage di Erba, distrutti reperti unica speranza per Olindo e Rosa: “Qualcuno ha ostacolato e indirizzato le indagini”

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Michela Becciu

110 posti di lavoro a tempo indeterminato tra commerciale e marketing

Solo 2 anticipazioni terza puntata del 19 ottobre 2018: ecco cosa succederà oggi