in ,

Ravenna: cucciolo di meticcio legato con nastro adesivo, denunciati due 20enni

La Polizia Municipale di Ravenna, i giorni scorsi, a seguito di una segnalazione pervenuta da un cittadino alla centrale operativa del Corpo, si è recata in un abitazione del centro storico. Ha riscontrato le precarie condizioni igienico sanitarie in cui viveva un cucciolo di meticcio. Il cane di piccola taglia era costretto a vivere in una gabbia in mezzo alle proprie feci. Al cucciolo non veniva dato né cibo né acqua. Inoltre il muso e le zampe anteriori del cane sono state bloccate con del nastro adesivo.

20enni denunciati cucciolo di meticcio legato nastro adesivo

Le forze dell’ordine, considerato il pessimo stato del cane hanno deciso di prelevarlo e farlo visitare da uno dei veterinari reperibili al momento. Attualmente il cucciolo si trova nel Canile Municipale della città e non soffrirà più. Le forze dell’ordine sono riuscite in seguito a rintracciare gli inquilini, due ragazzi, entrambi ventenni che ora sono accusati di maltrattamento di animali.

La legge stabilisce che “Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili..omissis…….è punito con la reclusione da tre a diciotto mesi o con la multa da 5.000 a 30.000 euro. La pena è aumentata della metà se dai fatti di cui al primo comma deriva la morte dell’animale”.

Eduardo Campos

Brasile: precipita l’aereo, morto Eduardo Campos candidato alla Presidenza

Carlos Carbonero

Calciomercato news: trattative in corso mercoledì 13 agosto