in ,

Ravenna, sesso e droga tra minori: indagati in 43 per video hard e spaccio

Sono nati tra il 1997 e il 2000. Sono in 43 e sono indagati per spaccio di droga e produzione e diffusione di materiale pedo-pornografico. Canne e video hard con protagonisti ragazzini e ragazzine minorenni. E’ quanto è emerso da due distinte indagini nella zona di Ravenna, le quali hanno portato alla luce che i ragazzi erano sempre gli stessi.

ravenna news

Di buona famiglia e con lo smartphone sempre in mano, organizzavano lo spaccio di canne: marijuana e hascisc prenotata e venduta con i social network e con whatsapp. Le forze dell’ordine beccano un ragazzino e gli sequestrano il telefonino. Scatta l’indagine che porta a 25 indagati. Spaccio di droga. Ma c’è dell’altro, molto altro.

E’ infatti emerso che la trasgressione dei minori non si fermava allo spaccio e al consumo di droga (che ha portato ad altri 60 minorenni). Nei cellulari di alcuni dei ragazzini, infatti, sono stati trovati video e foto con esplicite scene di sesso. Protagonisti giovanissimi attori: 14-15 anni, 17 al massimo, apparentemente consenzienti. Altri 18 indagati. Il materiale pedo-pornografico veniva realizzato e poi scambiato attraverso whatsapp. A volte gratuitamente, a volte dietro pagamento. 2, 3 euro al massimo.

ospedale giglio cefalù indagine per truffa allo Stato

Sicilia: truffa di 21 milioni di euro per un progetto di ricerca sui tumori del seno

milano allagata news

Milano, Porta Romana: si apre una voragine di 12 metri, strada chiusa