in ,

Real Madrid e Barcellona aiuti di stato: perché sono colpevoli e conseguenze

Real Madrid, Barcellona, Valencia, Elche, Hercules, Osasuna e Athletic Bilbao sono state giudicate colpevoli dalla Commissione europea di aver goduto di aiuti di Stato contrari alle regole Ue. L’attuale commissario per la concorrenza dell’Unione Europea, Margrethe Vestager, in seguito alla chiusura dei tre filoni d’inchiesta riguardanti le suddette squadre spagnole, ha dichiarato: “Le sovvenzioni elargite ai club in questione, non hanno rispettato le regole.”

Secondo l’Antitrust dell’Unione Europea Real Madrid, Barcellona, Athletic Bilbao Osasuna hanno beneficiato del fatto di essere considerate Organizzazioni no profit, mentre le regole prevedono che le società devono essere a responsabilità limitata (Srl). Questo ha permesso alle quattro squadre in questione di pagare il 5% (25 anziché 30) di tasse in meno per oltre vent’anni. Secondo l’Antitrust questa pratica ha costituito un regime di concorrenza sleale, per cui le società dovranno rimborsare allo stato spagnolo circa 5 milioni di euro.

Un altro fascicolo riguarda soltanto il Real Madrid. Nel 1998, in seguito alla compravendita di un terreno (mai realizzata) la società merengue ricevette un indennizzo di 22,7 milioni, nonostante avesse diritto a 4,3. Per cui, lo stato spagnolo ha letteralmente regalato ben 18,4 milioni alla Casa Blanca. Infine Bruxelles ha rilevato che le garanzie di credito offerte dall’Instituto Valenciano de Finanzas (di proprietà statatale) nei prestiti ottenuti da Valencia, Hercules ed Elche hanno svantaggiato le altre squadre.

Grande Fratello Vip, le prime parole di Ilary Blasi: “Vorrei Matteo Renzi nel confessionale”

Botteghe di mestiere 2016 tirocini per disoccupati

Botteghe di mestiere 2016: 85 tirocini per disoccupati under 35, ecco come iscriversi