in ,

Reato di tortura, primo si del Senato

Il Senato ha approvato quasi all’unanimità il testo base per l’introduzione nell’ordinamento italiano del reato di tortura. Nelle prossime settimane il provvedimento dovrà essere approvato dalla Camera dei Deputati. Non mancano però le critiche verso il modello che si sta delineando, in quanto il disegno di legge prevede che il reato sarà comune.

Stefano Cucchi

Al Senato con 231 si e solo tre astenuti è stato approvato in prima lettura il testo base per l’introduzione nell’ordinamento italiano del reato di tortura. Il disegno di legge, primo firmatario il senatore Manconi, prevede che il reato di tortura sia comune e se commesso da un pubblico ufficiale costituirà solo un’aggravante. Il senatore Pd Sergio Lo Giudice dedica il voto quasi unanime di Palazzo Madama ai familiari di Federico Aldrovandi, Giuseppe Uva, Stefano Cucchi, Michele Ferrulli, Riccardo Rasman e di tutti gli altri cittadini morti, mentre la loro persona era in disponibilità del potere statale.

Il provvedimento approvato è fortemente criticato dall‘Unione camere penali, le quali ritengono il prodotto legislativo non conforme con le intenzioni e soprattutto non in linea con quanto previsto dalla Convenzione Onu fin dal 1984, secondo cui il reato di tortura dovrebbe essere proprio dei pubblici ufficiali. Invece il testo approvato al Senato prevede la fattispecie come reato comune, aggravato nel caso in cui sia commesso dal pubblico ufficiale.

Le Camere penali giudicano la soluzione adottata un grave errore, in quanto la condotta prevista va a sovrapporsi a quelle prese in considerazione da altri reati già esistenti. Mentre il fatto sanzionato doveva essere chiaramente la violenza fisica o morale sulle persone nelle mani dello Stato. La speranza dei penalisti e di parte dell’opinione pubblica è che la norma possa subire delle modifiche migliorative nel successivo passaggio alla Camera con rapidità e senza compromessi.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

UeD Trono Over Maria e Giovanni

Anticipazioni Uomini e Donne, Trono Over: i contrasti tra Maria e Giovanni e la new entry Antonio

Josh Brolin ritrova l’amore, dopo Diane Lane