in

Recensione Canon EOS 1200D, entry-level versatile per ogni esigenza

Ideale per fare i primi passi nel mondo delle reflex, Canon EOS 1200D, è la fotocamera adatta a chi si addentra per la prima volta nel mondo della fotografia per professionisti. Una ‘entry-level’ di qualità che può essere acquistata, con il kit base completo, comprendente di obiettivo f/3.5-5.6 18-55mm, al prezzo di 339 euro.

Caratteristiche tecniche: Canon EOS 1200D, è una reflex dalle dimensioni contenute, 130 x 100 x 78 mm e peso di circa 480 gr, in grado di catturare immagini di alta qualità grazie a un sensore APS-C (1.6x) da 18 megapixel che permette di  scattare con sistema autofocus da 9 punti AF fino a 3 fps, realizzare video da 1920 x 1080 pixel Full HD e stampe fino al formato A2+. La sensibilità ISO ha un range compreso tra 1006.400 (ma espandibile fino a 12800) con possibilità di scattare fino a 12.800 scatti anche in condizioni di scarsa illuminazione, arrivando a un massimo di 25 frame al secondo. Completa la scheda tecnica, il display LCD da 3” con 460.000 punti di risoluzione e la batteria che permette 500 per ogni ciclo di ricarica.

Design: Leggera e compatta, Canon EOS 1200D appare solida ma al tempo stesso comoda per qualsiasi tipo di esigenza. Le impostazioni manuali, come anche i pulsanti, permettono di disporre con facilità di tutte le funzionalità della fotocamera. Per iniziare a scattare le prime foto, basta un click. Si può infatti selezionare la modalità ‘Scena Smart Auto‘ che permette di rilevare la scena in automatico le impostazioni per adattarsi automaticamente al set. Allo stesso modo, con le impostazioni manuali è possibile decidere, come in modalità automatica, quali funzionalità sono più adatte a catturare il soggetto o il paesaggio del momento ma anche esprimere il lato creativo con i diversi filtri a disposizione tra Bianco e nero granuloso, Fotocamera giocattolo e Fish Eye (130 x 100 x 78 mm). Un altro aspetto interessante sono poi i materiali utilizzati per l’impugnatura, ergonomica in gomma testurizzata con grip antiscivolo.
Se dovessi trovargli un difetto reale bisogna guardare con attenzione il display: la risoluzione della fotocamera è piuttosto bassa. Nonostante questa mancanza però si riesce senza difficoltà a navigare nei menù anche con la luce diretta del sole.
Prestazioni: Canon EOS 1200D non teme nessun tipo di condizione atmosferica, salvo forse gli indoor con illuminazione artificiale scarsa; in questi casi si tende infatti a percepire un po’ di granulosità nelle zone in penombra, anche con Auto Lighting Optimiser attivato. Un’altra caratteristica che non ci ha soddisfatto, insieme alla risoluzione dello schermo, è la preview delle immagini a bassa risoluzione, forse un po’ troppo lenta per i nostri gusti ma che non toglie alla nostra valutazione sull’esperienza utente, fatta navigando e testando i diversi menù della fotocamera, che risulta essere quindi molto intuitiva anche per chi è alla prima armi. Passando invece agli aspetti positivi, vi è indubbiamente da segnalare il rilevamento del bianco, attivabile da menù, che funziona molto bene anche in modalità automatica nonché la vividezza dei colori in ogni scatto su qualsiasi soggetto/paesaggio fotografato.

Considerazioni finali: Canon EOS 1200D è indubbiamente un’ottima strumento per chi si si cimenta per la prima volta con la fotografia reflex. Per i neofiti può quindi essere un valido aiuto per imparare i rudimenti della fotografia professionale; senza dover spendere un budget più elevato, un appassionato di fotografia può quindi contare sulle ottime prestazioni di Canon EOS 12ooD e soprattutto su un’ottima interfaccia, fluida e intuitiva in grado di portare, con pochi passaggi, l’utente a un livello di prestazioni e qualità più avanzato.

sanremo 2016

Sanremo 2016 quarta serata scaletta: l’ordine d’uscita dei cantanti in gara e degli ospiti

Samsung Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge uscita Italia: la data dei pre-order è stata rivelata