in ,

Red Hot Chili Peppers tour 2016, Anthony Kiedis fa luce sul suo stato di salute

Nelle ultime settimane i Red Hot Chili Peppers hanno voluto conquistare a suon di notizie le prime pagine dei giornali e, dato il risultato ottenuto, lo hanno fatto alla grande: la band di Los Angeles, infatti, ha prima annunciato l’ultimo singolo (Dark Necessities), successivamente ha comunicato la data di uscita del prossimo album e poi annunciato una tripla data italiana per il tour 2016. In tutto questo, però, a fare un brutto scherzo ai fan dei Red Hot Chili Peppers ci ha pensato Anthony Kiedis che, proprio la scorsa domenica, ha dato segni di cedimento tanto da essere costretto ad annullare il concerto previsto a Los Angeles. Il front-man dei RHCP, infatti, è stato ricoverato in ospedale dove è stato tenuto sotto osservazione per diverse ore ma, dopo sette giorni, a parlare di quanto accaduto è direttamente Kiedis.

TUTTE LE ULTIME SUI RHCP CON URBANPOST!

L’artista americano, ai microfoni di “ET Canada”, infatti, ha spiegato cosa ha avuto la settimana scorsa tanto da essere costretto ad annullare il concerto in programma: “Non lo avrei mai fatto se davvero non fossi stato male – ha detto Anthony Kiedissono disposto a mettere anche la mia vita pur di non deludere i miei fan ma in questo caso ho iniziato a sentire cedere tutto, ero a terra e non capivo cosa avessi.” Il front-man dei Red Hot Chili Peppers spiega che la causa di tutto è stata: “Un’infiammazione allo stomaco, un’influenza che ha colpito una parte di zona che era stata interessata recentemente per un’operazione alla mia ernia.”

Anthony Kiedis, cantante dei Red Hot Chili Peppers,  ha anche spiegato come sia stata una situazione davvero difficile da affrontare: “Ho provato molto dolore e ho avuto per qualche giorno febbre alta ma adesso è tutto passato e siamo pronti a recuperare anche il concerto di Los Angeles.”

sitter italia, sitter italia come funziona, sitter italia funziona, sitter italia opinioni, come trovare baby sitter, baby sitter,

Sitter Italia, intervista al fondatore Jules Van Bruggen: la baby sitter perfetta con un servizio online

50 sfumature di grigio

50 Sfumature di nero, Jamie Dornan e Dakota Johnson: ecco tutti i ciak della prossima settimana