in

Reddito di cittadinanza 2019, come funziona la RDC card: «I soldi non spesi tornano allo Stato!»

Reddito di cittadinanza e Quota 100, Quota 100 e reddito di cittadinanza, sono queste le parole chiavi più ricercate su Google nelle ultime ore. Del resto ambedue i provvedimenti interessano ad una buona fetta di italiani: da un lato a quelli che hanno perduto la propria occupazione e sperano di rientrare nel mercato del lavoro, dall’altro a coloro che giunti al termine della carriera sognano l’agognata pensione. Nel corso della conferenza stampa Luigi Di Maio, il ministro del Lavoro, ha voluto chiarire alcuni punti a proposito del reddito di cittadinanza. Nello specifico il vicepremier ha spiegato che i soldi non spesi sulla card entro il mese tornano nelle casse dello stato: «Chi non spenderà entro il mese i soldi con la card li perderà». Questo per evitare che i “furbetti” possano accumulare il denaro con la speranza di aggirare i controlli e di fare acquisti non consentiti.

«I soldi non spesi sulla card tornano allo Stato»

Questo significa in altre parole che l’ammontare del Reddito di cittadinanza accreditato sulla carta elettronica simile a un bancomat, o meglio ancora ad una poste-pay, dovrà essere speso per intero dalla famiglia che ne beneficerà, altrimenti il rimanente tornerà al fondo del ministero dell’Economia. Luigi Di Maio ha chiarito fiducioso ed entusiasta dell’obiettivo raggiunto: «Il reddito di cittadinanza è una misura che deve iniettare nell’economia i miliardi che stanziamo, pensiamo che i nuclei che li riceveranno saranno motore per l’economia e la crescita economica. Le persone lo meritano, sono state massacrate dai precedenti governi».

RDC card come funziona?

Ma come funziona la RDC card? È una domanda lecita che in tanti si stanno ponendo. Innanzitutto è bene chiarire che con il reddito di cittadinanza non si può acquistare ogni bene, per esempio è escluso il gioco d’azzardo, come ha confermato lo stesso Di Maio. Gli acquisti poi dovrebbero rientrare nei 100 euro per individuo, cifra che si alza fino a 210, nel caso di un intero nucleo familiare. Il sussidio verrà accreditato come già detto sulla RDC card, in più l’utente avrà a disposizione un’app per effettuare pagamenti online tramite smartphone o tablet. La RDC card sarà erogata da Poste italiane e sarà dotata di un dispositivo che consentirà allo Stato di monitorare le spese fatte volta per volta dal beneficiario. 

leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza 2019 approvato: ultime novità e requisiti per ottenerlo

Seguici sul nostro canale Telegram

Matera 2019 inaugurazione

Matera, capitale europea della cultura 2019: l’inaugurazione e tutti gli eventi

IMU e Tasi 2019: come ottenere la visura catastale