in

Reddito di cittadinanza 2019, stop alle domande online: in arrivo dall’Inps i nuovi modelli

Novità per il reddito di cittadinanza: stop temporaneo alla possibilità di presentare la domanda in attesa dei nuovi modelli. Come comunicato dal Ministero del lavoro sarà possibile inoltrare le richieste online per il reddito e la pensione di cittadinanza a partire dalla seconda fase che inizierà il giorno 6 aprile 2019. Tutto questo per aggiornare le modifiche del Decreto già approvato, convertito in legge e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso venerdì 29 marzo. Bisognerà attendere il nuovo modello con le ultime novità, proprio per questo al momento è stata necessaria un’interruzione. 

Reddito di cittadinanza 2019: cosa cambia col Decretone approvato

Per via delle modifiche alle disposizioni relative a reddito e pensione di cittadinanza, approvate nel passaggio tra Camera e Senato, con l’entrata in vigore della legge 26, l’Inps ha dovuto, infatti, aggiornare i moduli, nello specifico quello per la domanda e l’altro per la variazione patrimoniale, soprattutto per gli aggiornamenti a vantaggio delle famiglie con disabili. Le modifiche, come qualcuno di voi già saprà riguardano pure gli stranieri, i quali si vedono costretti a presentare una certificazione del Paese d’origine sulla situazione familiare e patrimoniale, che prevede la convalida da parte del consolato. Intanto è stato reso noto qualche dato relativo al primo mese di vita del reddito di cittadinanza: complessivamente, tenendo conto di Poste, Caf e richieste online con Spid, sono pervenute 853.521 domande per ottenere l’agognato sussidio. Una cifra, che secondo le stime del Ministero del Lavoro, contemplerebbe il «68% dei potenziali aventi diritto» con «oltre 2,8 milioni di persone coinvolte». In testa, rimane la Lombardia con ltre 36mila richieste, mentre in coda resta la Valle d’Aosta con soltanto 500 domande inoltrate.

reddito di cittadinanza

Reddito di cittadinanza 2019: l’Inps e l’aggiornamento dei moduli

Con l’approvazione della conversione in legge del Dl 4/2019, il Ministero del lavoro, come abbiamo anticipato, ha dovuto sospendere temporaneamente le domande di richiesta del reddito di cittadinanza sul sito ufficiale. Questo per consentire appunto all’Inps di sistemare i moduli e di aggiornarli, secondo le nuove normative. Già dalla prossima settimana gli aspiranti beneficiari potranno inoltrare la richiesta con i modelli modificati:

– nuovo modulo di domanda RDC/PDC;

– nuovo modello di comunicazione delle variazioni reddituali, modello-Com esteso.

Per avere ulteriori informazioni e per restare costantemente aggiornati vi suggeriamo di andare sul sito ufficiale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Qui troverete anche il comunicato con il quale è stato annunciato lo stop temporaneo per l’invio delle domande online.

leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza e Quota 100, via libera del Senato: tutte le novità, cosa cambia

Paola Cortellesi

Paola Cortellesi età, altezza, peso, vita privata, carriera: tutto sulla nota attrice

Cimitero di Treviglio, il cancello si chiude due persone bloccate dentro