in

Reddito di cittadinanza 2019, supermercati rifiutano le card per le spese: la denuncia in Veneto

Un’amara segnalazione arriva dal Veneto. Secondo quanto riportato dal portale “La Nuova Venezia” alcuni beneficiari del reddito di cittadinanza stanno avendo alcune difficoltà con i propri acquisti. Alcuni cittadini di Fossò e Camponogara – una ventina in tutto –  hanno denunciato, infatti, che due supermercati della zona non hanno accettato per i pagamenti la card del sussidio pentastellato, creando notevoli disagi a chi non percepisce altre entrate. Un’umiliazione che si poteva tranquillamente evitare, un fatto su cui i sindaci dei comuni coinvolti dovranno fare luce.

Reddito di cittadinanza, supermercati rifiutano le card per le spese: la denuncia in Veneto

«Siamo esterrefatti. Ci siamo recati a fare la spesa e a tutte le persone con cui ho parlato che hanno il reddito di cittadinanza è stata rifiutata da due supermarket, che hanno prezzi molto convenienti, l’uso della card su cui sono caricati i soldi. Ci è stato detto che la card, quella del reddito di cittadinanza, è incompatibile con queste catene di negozi alimentari. Francamente ci sembra un’assurdità, visto che in questo caso chi fornisce la card è lo Stato. Chiediamo che i sindaci ci aiutino e si interessino con la proprietà dei supermercati per ovviare al disagio che stiamo patendo, oltre alla brutta figura che abbiamo dovuto subire vedendoci rifiutare alle casse di fronte a tutti la card del reddito di cittadinanza», ha riferito al sito “La Nuova Venezia” uno dei beneficiari amareggiato. Le lamentele sono arrivate ovviamente ai comuni di Fossò e di Camponogara, i quali hanno spiegato che prenderanno provvedimenti per quanto accaduto.

Reddito di cittadinanza, supermercati non accettano le card per i pagamenti

La sindaca di Fossò, Federica Boscaro, ha dichiarato in merito: «Mi informerò nei prossimi giorni per capire cosa è successo con questi due supermercati e perché non hanno accettato la card del reddito di cittadinanza come mezzo di pagamento. È chiaro che i market sono stati scelti anche perché si tratta di discount, quindi a prezzi convenienti». Dello stesso avviso il primo cittadino di Camponogara Antonio Fusato, che si sta impegnando perché i cittadini residenti nel suo Comune non debbano più trovarsi di fronte ad un problema del genere. Una vicenda assurda per due ragioni: in primis perché si tratta di supermercati che vendono prodotti a prezzi bassi e che dunque dovrebbero essere alla portata di tutti, soprattutto di chi percepisce il reddito di cittadinanza, in secondo luogo è un diniego che non ha ragion d’essere considerando che la card è una prepagata che si usa anche per pagare normalmente.

leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza, concorso navigator: al via oggi alla Fiera di Roma il test finale

Salvini, gaffe durante la visita negli Usa: il vice-premier scambia Washington con Philadelphia

Chi è la moglie di Vasco Rossi