in

Reddito di cittadinanza 2019, supermercati rifiutano le card per le spese: la denuncia in Veneto

Un’amara segnalazione arriva dal Veneto. Secondo quanto riportato dal portale “La Nuova Venezia” alcuni beneficiari del reddito di cittadinanza stanno avendo alcune difficoltà con i propri acquisti. Alcuni cittadini di Fossò e Camponogara – una ventina in tutto –  hanno denunciato, infatti, che due supermercati della zona non hanno accettato per i pagamenti la card del sussidio pentastellato, creando notevoli disagi a chi non percepisce altre entrate. Un’umiliazione che si poteva tranquillamente evitare, un fatto su cui i sindaci dei comuni coinvolti dovranno fare luce.

Reddito di cittadinanza, supermercati rifiutano le card per le spese: la denuncia in Veneto

«Siamo esterrefatti. Ci siamo recati a fare la spesa e a tutte le persone con cui ho parlato che hanno il reddito di cittadinanza è stata rifiutata da due supermarket, che hanno prezzi molto convenienti, l’uso della card su cui sono caricati i soldi. Ci è stato detto che la card, quella del reddito di cittadinanza, è incompatibile con queste catene di negozi alimentari. Francamente ci sembra un’assurdità, visto che in questo caso chi fornisce la card è lo Stato. Chiediamo che i sindaci ci aiutino e si interessino con la proprietà dei supermercati per ovviare al disagio che stiamo patendo, oltre alla brutta figura che abbiamo dovuto subire vedendoci rifiutare alle casse di fronte a tutti la card del reddito di cittadinanza», ha riferito al sito “La Nuova Venezia” uno dei beneficiari amareggiato. Le lamentele sono arrivate ovviamente ai comuni di Fossò e di Camponogara, i quali hanno spiegato che prenderanno provvedimenti per quanto accaduto.

Reddito di cittadinanza, supermercati non accettano le card per i pagamenti

La sindaca di Fossò, Federica Boscaro, ha dichiarato in merito: «Mi informerò nei prossimi giorni per capire cosa è successo con questi due supermercati e perché non hanno accettato la card del reddito di cittadinanza come mezzo di pagamento. È chiaro che i market sono stati scelti anche perché si tratta di discount, quindi a prezzi convenienti». Dello stesso avviso il primo cittadino di Camponogara Antonio Fusato, che si sta impegnando perché i cittadini residenti nel suo Comune non debbano più trovarsi di fronte ad un problema del genere. Una vicenda assurda per due ragioni: in primis perché si tratta di supermercati che vendono prodotti a prezzi bassi e che dunque dovrebbero essere alla portata di tutti, soprattutto di chi percepisce il reddito di cittadinanza, in secondo luogo è un diniego che non ha ragion d’essere considerando che la card è una prepagata che si usa anche per pagare normalmente.

leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza, concorso navigator: al via oggi alla Fiera di Roma il test finale

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Salvini, gaffe durante la visita negli Usa: il vice-premier scambia Washington con Philadelphia

Chi è la moglie di Vasco Rossi