in

Reddito di cittadinanza anche a chi si mette in proprio: tutto quel che c’è da sapere

Lo avreste detto? Il reddito di cittadinanza potrebbe trasformarsi in parte anche in un incentivo all’imprenditorialità. Secondo l’ultima bozza del decreto, che dovrebbe essere approvato tra qualche giorno, non solo sarebbero previsti incentivi per le imprese che assumono, ma anche finanziamenti per chi apre una nuova impresa. Una novità decisamente interessante, che ha suscitato l’interesse di molti italiani, che attendono con impazienza il testo definitivo della Manovra Finanziaria 2019. 

Assegno addizionale all’imprenditorialità

Stando all’ultima versione, quella aggiornata, chi beneficia del reddito di cittadinanza potrà infatti ricevere un sostegno per avviare un’attività lavorativa autonoma. Cosa significa? Vuol dire che se il beneficiario decide di mettersi in proprio entro i primi 12 mesi di fruizione del sostegno, potrà ricevere un assegno addizionale fino a un massimo di 4.680 euro. In altre parole si tratterebbe di sussidio di 6 mesi in un’unica rata. Il governo giallo verde ha pensato però a tutto: per evitare, infatti, che vengano aperte partite Iva fittizie, fatte cioè solo per ricevere il sostegno aggiuntivo, ha definito sanzioni pesanti per i cosiddetti “furbetti”: fino a 6 anni di carcere per chi comunica dati falsi. 

Sgravi fiscali per le imprese che assumono

Previsti pure incentivi sotto forma di sgravi fiscali per le aziende che assumono i beneficiari del reddito di cittadinanza. Questa però non è una novità, da tempo si parlava infatti di tale misura. Lo sgravio, pari a massimo 780 euro mensili, avrà una durata minima di 5 mesi. Per il beneficiario del reddito di cittadinanza che invece non decidesse di mettersi in proprio, è previsto l’obbligo di accettare almeno una delle tre offerte “congrue” di lavoro. Cosa si intende per congruo? Presto detto: l’offerta deve essere nel raggio di 100 chilometri per i primi 6 mesi di erogazione del reddito, 250 km tra 6 e 12 mesi e l’intero territorio nazionale oltre l’anno. In più l’obbligo cadrebbe in presenza di minori o disabili. Per far sì che tutto avvenga secondo quanto scritto nel decreto sarà fondamentale l’operato dei centri per l’impiego e dei tutor o navigator.

leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza agli stranieri, Luigi Di Maio smentisce: «È solo per gli italiani!»

Brasile, un cane si addormenta sulla statua di Cristo: la reazione sorprendente del parroco

meningite a padova

Padova, allarme meningite: ricoverata una studentessa universitaria