in

Reddito di cittadinanza ultime news, cosa si può acquistare: sì a vino, lavatrici e vestiti

Cosa si può comprare con la card del reddito di cittadinanza? La lista degli acquisiti possibili si allarga. Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera i beneficiari potranno comprare anche vino, abbigliamento, mobili, elettrodomestici, un tempo esclusi. Come molti di voi sapranno nel decreto 4/2019 un vero divieto non c’era, ma neppure era consentito comprare lavatrici e frigoriferi, proprio perché il partito pentastellato si era sempre mostrato contrario all’«Editto Anti Unieuro», dal nome della catena commerciale di elettronica di consumo. Ora il dietrofront che certamente farà piacere alle persone che hanno ottenuto il reddito di cittadinanza, ma cerchiamo di fare chiarezza.

Reddito di cittadinanza, la svolta del M5s: una nuova lista di beni acquistabili con la card

A rendere nota la lista dei possibili acquisiti è stato Il Messaggero, che è andato ad anticipare quella che è una notizia ancora ufficiosa. Il nuovo elenco completo di servizi e prodotti sarà pubblicato nei prossimi giorni dal Ministero del Lavoro. Una svolta per il Movimento Cinque stelle, che aveva visto nel reddito di cittadinanza uno strumento per aiutare le persone in difficoltà a rientrare nel mercato del lavoro e che ora si è visto costretto a modificare il perimetro del paniere di beni acquistabili con la card. Il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, al termine degli ultimi passaggi tecnici, darà a coloro che hanno ottenuto il sussidio, una lista aggiornata, che dovrebbe comprendere anche elettrodomestici, vestiti, cellulari, insomma prodotti che diverranno quindi acquistabili anche con i soldi del reddito di cittadinanza. Cosa invece non si potrà comprare? Restano fuori gli abbonamenti e i servizi streaming. Ovviamente la carta non può essere impiegata per il gioco d’azzardo, come tra l’altro era stata dichiarato dall’inizio. Con il decreto in arrivo, esplicitamente, non si potranno poi acquistare superalcolici, gioielli e altri beni di lusso e prodotti finanziari. Dovrebbero restare invariati i limiti sui prelievi di somme in denaro. 

reddito di cittadinanza

Reddito di cittadinanza, in arrivo un nuovo decreto

Un’operazione non semplice, ma necessaria. La sottosegretaria all’Economia Laura Castelli, al pari di Luigi Di Maio, si è impegnata sin dall’inizio affinché i soldi erogati sulla carta fossero spesi non in maniera illecita o impropria. L’obiettivo era ed è ancora oggi quello di consentire ai beneficiari di acquistare beni di prima necessità. Difficile definire cosa sia prioritario e cosa invece sia accessorio, ovviamente. Ad ogni modo sarà consentito di spendere la card per bollette, rate del mutuo, farmaci, ma anche vestiti, senza contare gli elettrodomestici. Non ci resta che attendere l’ufficializzazione del nuovo decreto.  

leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza 2019, cosa rischia chi lavora in nero: sanzioni, revoca e penalità

 

 

Kate Middleton, maniche rimboccate e ‘scarpe da lavoro’: la Duchessa di Cambridge in versione giardiniera

Chiara Ferragni affitta Gardaland per il suo compleanno: quanto è costato?