in

Reddito di cittadinanza news: sarà cancellato per evitare le sanzioni dell’Europa?

Il reddito di cittadinanza è a rischio. Il provvedimento bandiera del Movimento 5 Stelle rischia di saltare o essere di molto ridimensionato. Perché? Per un motivo molto semplice: si tratta di un capitolo di spesa che va ad incidere sul peggioramento del rapporto deficit/Pil, quel 2,4% contestato dall’Ue e difeso strenuamente dal governo Conte. Oggi il ministro dell’Economia Giovanni Tria sarà a Bruxelles all’Eurogruppo per cercare di difendere ancora una volta le scelte economiche della maggioranza gialloverde, ma la Ue è praticamente costretta ad aprire una procedura d’infrazione nei confronti del nostro paese. Basterà questo a convincere il governo a modificare i saldi della manovra 2019? Al momento è ancora presto per dirlo, anche perché per aprire formalmente la procedura la Ue dovrà attendere l’approvazione definitiva della manovra, quindi il 31 dicembre 2018. Ma il timore di Salvini e Di Maio è un altro, cioè che il rallentamento della crescita possa peggiorare ulteriormente quel 2,4% già contestato come infrazione dall’Europa, facendo precipitare la situazione.

Reddito di cittadinanza news: sarà cancellato per evitare le sanzioni dell'Europa?

Le clausole di salvaguardia salveranno il reddito di cittadinanza?

Il vicepremier Di Maio in una recente intervista al Corriere della Sera ha parlato di «Clausole di salvaguardia che mettano al riparo dallo sforamento del deficit» del 2,4% del Pil nel 2019. In particolare ha parlato privatizzazioni del patrimonio pubblico del valore di un punto di Pil all’anno, circa 17 miliardi, il che farebbe scendere più rapidamente il debito pubblico che, sempre in rapporto al Pil, passerebbe così dal 131,2% del 2017 al 126% nel 2021. Ma il punto è un altro, Bruxelles non crede nell’impianto generale della manovra, in particolare giudica troppo ottimistiche le stime di crescita del Pil previste da Roma e di conseguenza il 2,4% indicato dal governo Conte nel Def sarebbe un dato approssimativo ma per difetto.

Quanto costa il reddito di cittadinanza

Ma se anche le salvaguardie come a Bruxelles sembrano ai più garanzie non sufficienti ecco che la scure sui capitoli di spesa, come il reddito di cittadinanza, torna d’attualità. Tra i provvedimenti di spesa, come detto, il reddito di cittadinanza assieme a “Quota 100” per le pensioni è quello che incide maggiormente nel peggioramento del rapporto deficit/Pil italiano per il 2019. Il provvedimento che per ora non è stato ancora messo nero su bianco in un disegno di legge, secondo le bozze circolate finora costerebbe 9 miliardi di euro nel solo 2019. E’ evidente come un suo ridimensionamento contribuirebbe ad un discreto ribasso del rapporto deficit/Pil previsto dal governo per il prossimo anno.

Tutti i nostri articoli sul reddito di cittadinanza

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

San Benedetto del Tronto scheletro in spiaggia: la terribile scoperta di un runner

Brexit: Mars addio, senza accordi a rischio l’amato snack al caramello