in

Reddito di cittadinanza news, Di Maio: «Nessuna coda, smentite bufale» – VIDEO

E’ un Luigi Di Maio sicuro di sé quello che commenta il primo giorno di domande per il reddito di cittadinanza. E a chi agitava lo spauracchio di code e disagi risponde evidenziando l’assoluta tranquillità in cui si sono svolte, nella giornata di ieri, le attività presso i Caf e gli uffici postali abilitati a ricevere le domande. Il primo giorno del reddito di cittadinanza si è concluso “senza intoppi, senza file, senza caos. È avvenuto tutto regolarmente e in maniera ordinata”, ha scritto su Facebook in serata Luigi Di Maio.

Smentite insomma “le bufale che parlavano di code chilometriche” ha scritto il vicepremier pentastellato che poi ha voluto “ringraziare tutti quelli che hanno iniziato a prestare questo servizio ai cittadini”. Poi Di Maio si è soffermato sul valore sociale del reddito di cittadinanza: “Abbiamo visto le facce di tante persone normali, prima invisibili” ha sottolineato il vicepremier che ha inoltre evidenziato l’importanza della collaborazione a tutti i livelli istituzionali per il buon funzionamento del provvedimento. “Mi auguro, anzi sono certo –  ha scritto Di Maio – che le regioni sapranno tendere la mano a questo strumento”.

 

Tutto bene insomma? Al momento sembrerebbe di sì. L’impatto sulle strutture nel primo giorno è stato piuttosto modesto, circa 50mila domande per il reddito di cittadinanza. La fase di adesione, che si concluderà il 31 marzo, proseguirà sicuramente a ritmi più sostenuti man mano che ci si avvicinerà alla scadenza per la presentazione delle domande. Dalle opposizioni stamattina è arrivato il commento dell’ex premier e segretario del Pd, Matteo Renzi. «Il reddito di cittadinanza è un fatto diseducativo –  ha commentato Renzi dai microfoni di Rtl Non Stop News –  tiene in vita il voto di scambio al Sud col meccanismo del navigator. I 5 Stelle vogliono comprarsi il voto degli italiani e non capiscono che in questo modo segnano la loro fine». 

Reddito di cittadinanza, al via le domande

Il santo del giorno 7 marzo: Santa Perpetua e Felicita

8 marzo 2019, Festa della Donna, indetto uno sciopero generale: quali sono i motivi?