in

Reddito di cittadinanza, oltre 130mila rinunce: importi bassi e troppi controlli

Reddito di cittadinanza, croce e delizia del “Movimento 5 stelle”? Sono state fatte oltre un milione di domande per ottenere il sussidio, ma nel mese di maggio una valanga di disdette è arrivata ai Caf italiani da parte di gente delusa dall’importo troppo basso. Non sono poche, infatti, le persone che hanno scelto di rinunciare: una decisione che affonda le cause negli eccessivi controlli forse applicati.

Reddito di cittadinanza: oltre 130mila rinunce

Non era previsto, i grillini probabilmente non l’avevano messo in conto, parimenti l’esecutivo, che qualcuno decidesse di sua spontanea volontà di rinunciare al reddito di cittadinanza. Tant’è che le numerose persone che si sono rivolte ai Caf e all’Inps per «perdere» il proprio beneficio non hanno potuto fare altro che scrivere una certificazione che attesti la rinuncia. Entro la fine del mese dovrebbe comunque arrivare un apposito modulo in cui il cittadino possa manifestare la volontà di rinunciare. Ma perché? Beh, tra le ragioni che hanno spinto i beneficiari gli importi troppo bassi erogati sulle card. Secondo le stime soltanto il 16% di queste ultime è stato concesso con un importo superiore ai 750 euro. Non si tratta, tuttavia, soltanto di questo, perché a presentare la rinuncia sono stati anche quelli a cui era stato riconosciuto sulla carta molto più di 40 euro. Troppi i controlli fiscali e soprattutto gli obblighi lavorativi che potrebbero non soddisfare i beneficiari: queste le motivazioni principali secondo “Il Giornale”. Della serie «il gioco non vale la candela»? Dietro front dunque per 130mila persone. Ed è un dato di cui Di Maio non può non tenere conto.

Reddito di cittadinanza: oltre un milione le domande presentate

Intanto su “Il Messaggero” sono stati resi noti i numeri del reddito di cittadinanza: 1.016.977 le richieste presentate, 300mila card consegnate ed entro maggio ne verrano date altre 20mila. Le domande di marzo sono state circa 490mila, circa 60mila di queste hanno avuto un reddito che varia dai 40 ai 100 euro. Delusi dall’importo sarebbe stato quell’8% che ha ottenuto tra i 100 e i 200 euro. Alcune richieste di annullamento sono giunte anche da quel 7% che sulla card si è visto caricato un importo compreso tra i 200 ai 300 euro.

leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza, navigator bando Anpal pubblicato: requisiti, scadenze, come candidarsi [GUIDA COMPLETA]

 

paragone siri

Caso Siri, Paragone (M5S): «Salvini se lo metta bene in testa: Siri è incompatibile con il governo e andrà via»

Grande Fratello 2019: anticipazioni puntata stasera lunedì 6 maggio