in

Reddito di cittadinanza ultime news, la proposta di Forza Italia: bonus da 800 euro per 24 mesi

L’assegno Io lavoro invece che il reddito di cittadinanza. Si potrebbe riassumere semplicemente così la proposta lanciata da Forza Italia, che porta la firma di Roberto Occhiuto e Mara Carfagna, i quali l’hanno illustrata lo scorso 14 novembre a Montecitorio insieme al responsabile del dipartimento Sud, Paolo Russo, e al portavoce dei Gruppi parlamentari, Giorgio Mulè. 

leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza ultime news: dalla verifica dei requisiti secondo Tria all’ipotesi della Lega

Che Forza Italia non amasse il reddito di cittadinanza non è un segreto per nessuno. Qualcuno forse ricorderà le parole pronunciate in merito da Silvio Berlusconi in occasione della recente Convention del partito a Milano: «Il reddito di cittadinanza? Una barzelletta, al massimo potrà usufruirne un milione di persone, ma lo hanno venduto come la fine della povertà. Basta fare i conti: con un reddito di 780 euro al mese!». In sostanza, la proposta lanciata da Mara Carfagna e Roberto Occhiuto consiste in un assegno da destinare agli imprenditori che assumono.

In altre parole si tratta di un bonus pari ad una retribuzione di 800 euro, senza vincoli né per l’azienda né per il lavoratore, a cui si aggiungono 10mila euro per l’imprenditore che assume a tempo indeterminato nel Mezzogiorno. Ad essere esclusi da questa misura i datori che licenziano nei 36 mesi successivi o che lo hanno fatto nei tre precedenti. Uno strumento che dovrebbe trovare i fondi nelle risorse dell’Unione Europea, stando a quanto riportato da Roberto Occhiuto.

A chi è rivolto quest’assegno? A spiegarlo è stata la stessa Mara Carfagna. Destinataria del provvedimento è «la generazione di coetanei dei nostri vicepremier, vale a dire la fascia di età compresa tra i 30 e i 50 anni, gli sconfitti della globalizzazione che altrimenti rischiano di non vedere la luce in fondo al tunnel!». L’assegno “Io lavoro” è una misura pensata a favore dell’individuo e della sua dignità di uomo. «Non vogliamo lasciare i disoccupati sul divano dove vogliono costringerli i grillini, ma farli prendere per mano dagli imprenditori e portarli nel mondo del lavoro!», ha spiegato il portavoce dei Gruppi parlamentari, Giorgio Mulè, sostenuto da Paolo Russo, che ha dichiarato che “Io lavoro” non è «il sussidio a chi spera di poter lavorare, ma il sostegno concreto al reddito attraverso una prospettiva aziendale per chi voglia mettere in campo le proprie competenze!».

leggi anche l’articolo —> Reddito Cittadinanza, Pino Aprile: «C’è razzismo verso il Sud dopo che per anni il Nord lo ha saccheggiato»

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Tale e quale Show: anticipazioni finalissima 23 Novembre 2018 su Rai1

48 FERITI BARCELLONA INCIDENTE FERROVIARIO

Operaio travolto e ucciso dal treno: tragedia a Roncadelle