in

Reddito di inclusione 2017: cos’è, a chi spetta e come cambia il contrasto alla povertà

Nelle ultime ore si è tornati a parlare del reddito di inclusione attiva (REI), la misura contenuta nel Def per contrastare la povertà e sostenere quelle persone impossibilitate a condurre una vita dignitosa perché prive dei mezzi e dei servizi necessari.

Che cos’è il REI e a chi spetta

Lo strumento andrà a sostenere quei nuclei familiari che si trovano in condizioni di grave indigenza, dando la precedenza a quelli in cui sono presenti minorenni, donne in gravidanza, disabili o disoccupazioni over 55; l’assegnazione avverrà valutando la portata dell’ISEE (secondo le ultime indiscrezioni, potranno accedervi le persone che hanno un ISEE pari o inferiore ai 3.000 euro).

Cosa spetta ai beneficiari? Massimo 480 euro al mese a famiglia, a seconda del numero dei componenti. Il Governo ha previsto per quest’anno la copertura di 2 miliardi di euro che – secondo le proiezioni de La Repubblica – basteranno a sostenere 400mila nuclei, più o meno un terzo del totale, anche se l’intento è quello di allargare la platea dei beneficiari nel corso degli anni.

Come cambia il contrasto alla povertà?

L’aspetto innovativo del reddito di inclusione è quello di abbinare all’erogazione di un sussidio economico una politica di servizi per l’accompagnamento al lavoro e al reinserimento nella società. In altre parole, i soggetti aderenti dovranno impegnarsi attivamente a formarsi e a trovare un impiego, grazie al supporto e al coinvolgimento degli enti del territorio (in primis, i centri per l’impiego).

Ricordiamo ai lettori che la misura non è ancora attiva e che i decreti attuativi relativi dovranno essere approvati nei prossimi mesi: non mancheremo di aggiornarvi.

SCOPRI TUTTI I SUSSIDI E LE OPPORTUNITA’ PER I DISOCCUPATI IN ITALIA!

In apertura: foto di bykst/Pixabay.com

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Giorgia Credo Testo e Video: il singolo dell’estate è on air

whatsapp down

Anticipazioni aggiornamento WhatsApp Android: la formattazione del testo diventa più intuitiva