in ,

Referendum Costituzionale: ecco chi vota sì

Si avvicina, ogni ora che passa, il fatidico momento: domenica 4 dicembre 2016 l’Italia sarà chiamata a esprimersi sul Referendum Costituzionale, la cosiddetta Legge Boschi. Sì o No? Chi vincerà? Per scoprirlo bisognerà attendere ancora qualche settimana. Intanto, però, grazie al reportage del Foglio, possiamo affermare chi voterà, dando il suo appoggio al Presidente del Consiglio, sì al prossimo Referendum. Nello specifico, ecco i principali nomi in arrivo da Milano: ad esempio, tra i favorevoli al Referendum Costituzionale c’è Gianfelice Rocca, presidente di Assolombarda, che si schiera con le ragioni di chi vuole il monocameralismo imperfetto. Poi c’è Carluccio Sangalli, centrodestra, ancora indeciso ma che potrebbe dire sì. Come Francesco Micheli, Guido Roberto Vitale, Letizia Moratti, Fiorenzo Tagliabue e pure il parisiano Roberto Spada.

>>> TUTTO SUL REFERENDUM COSTITUZIONALE <<<

Al Referendum Costituzionale appoggerà la riforma varata dal Governo Renzi anche Mattia Mor. Per chi non lo conoscesse, si tratta di un imprenditore che iniziò come concorrente in televisione, su Mediaset e che oggi è il capo delle operazioni di Alibaba in Europa. Come riporta il Foglio, poi, anche i giovani di Confindustria di Marco Gay voteranno sì così come Costantino Della Gherardesca, conduttore di PechinoExpress.

>>> COSA DEVI SAPERE SUL REFERENDUM COSTITUZIONALE 

Un altro che vota sì è Benito Benedini, ex di Fondazione Fiera e del Sole 24 Ore – continua il Foglio – Eredità scottanti entrambe, per Gorno Tempini e Del Torchio. Tornando a Lupi, Comunione e Liberazione sembra un po’ spaccata.” E ancora, appoggio milanese per Renzi arriverà da Marco Sala, amministratore delegato di Tempi. Mentre, pur non confermando, pure Roberto Snaidero, presidente di Federlegno e del Salone del Mobile, voterà sì.

caso gloria rosboch news processo

Gloria Rosboch, news Gabriele Defilippi: perché la madre è stata scarcerata

valeria marini chi e il nuovo amore

Grande Fratello Vip, Valeria Marini: “Grazie Ilary”