in ,

Referendum Grecia: In vantaggio il “No”, maggioranza sopra al 61%

Nella giornata del referendum greco che ha visto tutti i maggiori rappresentanti politici europei in agitazione, gli ellenici hanno deciso: hanno detto no. “No” alla Troika, no alle misure di austerità. Un voto che certo rallegrerà Tsipras, vero e unico promotore di questo voto.

I primi sondaggi parlano di una maggioranza sopra al 61%. Significativa anche l’affluenza; il referendum aveva bisogno di un quorum del 40%, percentuale che è stata di gran lunga superata raggiungendo il 65%. Alla notizia dei primi scrutini che davano il No avanti alla sede di Syriza sono iniziati i primi festeggiamenti. Ma se i greci festeggiano, chi corre ai ripari è Matteo Renzi.

Il primo ministro italiano ha infatti convocato per domani mattina il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan per analizzare fin da subito gli effetti sull’economia italiana del voto greco.Non mancano anche i commenti del cancelliere tedesco Angela Merkel che pochi giorni fa secondo alcune indiscrezioni dal giornale tedesco “Der Spiegel” avrebbe rivolto le seguenti parole a Tsipras: “La politica di Alexis Tsirpas è “dura e ideologica”, e il premier greco “lascia andare il paese ad occhi aperti contro un muro”. Tuttavia nonostante il risultato del referendum il governo di Atene rassicura l’Europa:” La Grecia farà tutti gli sforzi possibili per arrivare presto ad un accordo” con i creditori, “anche nelle prossime 48 ore”.

iOS 9 beta 3: uscita prevista per la prossima settimana, supporto ad Apple Music

uomini e donne gossip

Uomini e Donne gossip, Valentina Dallari difende Andrea Melchiorre: “Non ci siamo lasciati”