in ,

Referendum trivelle 17 aprile cosa votare: ecco quanto petrolio produce l’Italia

Mancano ormai pochi giorni al referendum sulle trivelle del 17 aprile, una delle votazioni più discusse degli ultimi anni; gli italiani saranno chiamati alle urne a votare se fermare o meno, alla scadenza delle concessioni, gli impianti di ricerca e sfruttamento di giacimenti petroliferi e gas naturale entro le 12 miglia nautiche anche nel caso in cui si potesse continuare con l’estrazione. A promuovere questo referendum abrogativo sono stati 9 consigli regionali (Basilicata, Marche, Puglia, Sardegna, Veneto, Calabria, Liguria, Campania e Molise).

=> CLICCA QUI PER TUTTE LE INFORMAZIONI SUL REFERENDUM DEL 17 APRILE

Al di là delle decisioni che possono essere prese individualmente al momento del voto, la domanda che molti si pongono è riferita ad un punto molto importante: quando petrolio produce in realtà l’Italia? Innanzitutto è necessario fare una distinzione, chiarendo che le estrazioni sul nostro territorio riguardano petrolio ma anche gasolina e gas naturale; per quanto riguarda il primo, si producono circa 5,45 milioni di tonnellate attraverso lo sfruttamento di giacimenti che sono soprattutto sulla terra ferma così come per la gasolina (gas liquido naturale) la cui produzione è diminuita da 18 mila tonnellate (1994) a 14,9 (2015). Infine c’è il gas naturale, la cui estrazione avviene sopratutto in mare.

=> REFERENDUM TRIVELLE 17 APRILE, VOTARE SI’ o NO

Le regioni in cui si svolgono le attività di sfruttamento delle risorse petrolifere sono sopratutto quelle affacciate sull’alto Adriatico, come ad esempio l’Emilia Romagna; si estrae anche in Puglia, Calabria e Sicilia così come in Piemonte, Lombardia, Lazio e Basilicata (prima regione per la produzione di greggio e di gas naturale secondo il rapporto 2015 di UnionePetrolifera).

Ringo Starr Concerti 2016, in North Carolina non si suona: “Colpa della legge”

expo parigi 1900

14 Aprile 1900, a Parigi veniva inaugurata la prima Esposizione Universale del Novecento