in

Refuge LGBT, nasce a Roma la casa di accoglienza di Gay Center e Croce Rossa

Si chiama Refuge LGBT ed è la prima casa italiana pronta ad accogliere persone della comunità LGBT: nata dalla collaborazione tra Gay Center e Croce Rossa, fornirà assistenza legale ma anche supporto psicologico a chi è in difficoltà.

Refuge LGBT è stata finalmente inaugurata a Roma alla presenza del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il Presidente di Croce Rossa di Roma, Flavio Ronzi e il Portavoce del Gay Center, Fabrizio Marrazzo: si tratta di una casa di accoglienza pensata per i membri della comunità LGBT che si trovano in difficoltà. Refuge LGBT nasce da un’idea di Gay Center/Gay Help Line e dall’incontro con l’associazione francese Refuge che, già da molti anni, gestisce case famiglie in cui vengono accolte persone vittime di discriminazioni per via del proprio orientamento sessuale.

Realizzato con il sostegno della Regione Lazio, della Città Metropolitana di Roma, della Chiesa Valdese e di Gay.it come media partner, Refuge LGBT è un grande progetto che metterà a disposizione di persone gay, lesbiche o trans in difficoltà una casa d’accoglienza: all’interno dell’abitazione, figure altamente professionali forniranno un aiuto concreto e completamente gratuito al fine di reintegrare le persone vittime di discriminazione in un contesto di vita normale. Tra i servizi offerti vi sarà il supporto psicologico ma anche quello legale, l’orientamento scolastico, l’orientamento professionale ma anche la mediazione con i servizi sociali e la mediazione culturale.

Olimpiadi Rio 2016, ecco chi è Darya Klishina: l’atleta russa accusata di essere “traditrice”

Frequenza cardiaca corretta esercizi fisici

Esercizi fisici per la salute del cuore: l’importanza di una corretta frequenza cardiaca