in ,

Reggio Calabria, errori in ospedale: aborti senza consenso, 11 misure cautelari

Bufera sugli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria che sono stati travolti da un caso di mala sanità che coinvolgerebbe diversi elementi appartenenti in particolare ai reparti di ostetricia e neonatologia; l’operazione portata avanti dalla Procura del capoluogo calabro, denominata appunto “Mala Saniatas” ha portato all‘arresto di 4 medici, posti ai domiciliari, e alla sospensione di altri 6 e di un’ostetrica.

Le indagini degli inquirenti avrebbero portato alla luce errori in ospedale coperti per evitare procedimenti giudiziari; aborti praticati senza consenso, manovre sbagliate o affrettate che hanno reso invalidi bambini, interventi mal riusciti coperti con cartelle cliniche falsificate. Queste sono soltanto alcuni degli elementi venuti alla luce grazie alla denuncia di alcune coppie che non hanno creduto alla tragica fatalità di quanto accaduto loro.

L’incuranza e le procedure sbagliate avrebbero portato anche alla morte di due neonati, all’invalidità totale di un altro e a danni permanenti per alcune partorienti; agli indagati sono stati contestate le accuse di falso ideologico e materiale, soppressione, distruzione e occultamento di atti veri e interruzione della gravidanza senza consenso della donna.

Ospedale – Foto Credits: Shutterstock

Uomini e Donne Trono Over protagonisti

Anticipazioni Uomini e Donne oggi 21 Aprile: in onda la scelta di Ludovica?

caduta capelli, caduta capelli cause, caduta capelli stress, caduta capelli primavera, caduta capelli primavera durata, caduta capelli rimedi naturali, perdere capelli primavera, perdita capelli primavera, perdita capelli stagionale,

Caduta capelli primavera: cause, durata e rimedi naturali