in

Reggio Emilia, barista uccisa: killer si costituisce dopo dieci giorni di latitanza

Si è costituito l’uomo ricercato per la morte della barista cinese uccisa a Reggio Emilia. Il killer, in fuga da circa dieci giorni, si è presentato in caserma dopo una lunga latitanza, intorno alle 2.30 della notte, tra domenica 18 e lunedì 19 agosto 2019. Hui ‘Stefania’ Zhou, la ragazza 25enne che lavorava in un bar nella periferia della città emiliana, era stata uccisa a coltellate l’8 agosto scorso. Intorno alle 18 di quel pomeriggio, mentre la ragazza si trovava a servire alcuni clienti dietro il bancone, l’omicida – entrato nel locale – l’aveva colpita rapidamente. Il tutto – secondo alcune testimonianze – sarebbe, infatti, avvenuto nel giro di pochi minuti.

leggi anche l’articolo —> Richard Gere contro Salvini: «È un Baby Trump, fa leva su odio e paure»

reggio emilia barista uccisa

Reggio Emilia, barista uccisa: finita la fuga del killer

L’omicida, identificato dalla Polizia in Hicham Boukssid, 34 anni, era poi fuggito senza lasciare tracce, mentre Hui Zhou era morta sul colpo. Nelle ore successive all’omicidio, la Questura aveva diramato un ordine di cattura in tutta Italia, inoltrato segnalazioni alle frontiere di confine e diffuso anche la foto dell’indiziato. Resta da chiarire il movente del delitto: aperta la pista riguardante il femminicidio, ma non si escludono – anche se meno probabili – nemmeno la possibilità di una rapina finita male o di un regolamento di conti. Il killer, si è costituito presentandosi in una caserma dei Carabinieri di Reggio Emilia. Si tratterebbe di un uomo di origine marocchina senza fissa dimora. “Una furia”, stando a quanto riferito da un cliente presente nel bar al momento dell’efferato omicidio. Dopo aver pronunciato parole incomprensibili, l’omicida – brandendo un grosso coltello – si sarebbe scagliato contro la ragazza, sferrando sette/otto colpi, risultati letali.

Leggi anche —> Simon Gautier è morto: il turista francese disperso in Cilento trovato in un burrone

Michelle Hunziker, foto in montagna indigna i follower: «Non è vietato? Meriterebbe una multa!»

Alessia Macari in costume: il perizoma lascia poco spazio all’immaginazione