in ,

Renata pittrice scomparsa news cadavere: una ciocca di capelli chiari potrebbe risolvere il caso

Renata Rapposelli pittrice scomparsa ultime notizie: il corpo senza vita e in avanzato stato di decomposizione ritrovato venerdì pomeriggio in una scarpata nelle campagne di Tolentino, potrebbe essere proprio quello della 64enne anconetana di cui si sono perse le tracce il 9 ottobre scorso.

Si rafforza infatti l’ipotesi che il cadavere di donna sia quello di Renata Rapposelli, scomparsa misteriosamente dopo una brevissima visita al figlio e all’ex marito, che non vedeva da anni e con i quali non intercorrevano buoni rapporti, che aveva raggiunto nella loro abitazione di Giulianova (Teramo) da Ancona, in treno. dal 9 ottobre dopo una visita all’ex marito e al figlio a Giulianova (Teramo), che sono indagati dalla procura di Ancona per omicidio. Si è appreso che durante l’esame cadaverico, cui domani seguirà quello autoptico, sarebbe stata trovata una ciocca di capelli di colore chiaro attaccata al cranio. e Renata la pittrice, come si evince dalle foto diffuse dopo la denuncia di scomparsa, aveva i capelli biondi e di media lunghezza. La certezza arriverà nei prossimi giorni, anche grazie all’esame del Dna.

La Procura di Macerata riguardo il ritrovamento sta procedendo contro ignoti per occultamento o distruzione di cadavere; accanto al cadavere sfigurato dall’azione degli animale e delle intemperie, sono stati ritrovati anche alcuni oggetti personali imbrattati di fango, di cui il corpo era ricoperto, tra cui una croce a forma di tau e un orologio. Tra poche ore si saprà se quegli oggetti appartengono a Renata Rapposelli.

>>> Renata pittrice scomparsa news: trovato cadavere di donna nel Maceratese, è il suo? <<< 

Come è avvenuto il ritrovamento del corpo

Il luogo del ritrovamento è compatibile con il percorso in auto che l’ex marito della donna – Giuseppe Santoleri, indagati insieme al figlio Simone, 44enne, per omicidio e occultamento di cadavere – ha detto di aver fatto nel primo pomeriggio del 9 ottobre, giorno della scomparsa. Pino Santoleri racconta di aver accompagnato la ex coniuge al santuario di Loreto, da Giulianova percorrendo la statale, ma di aver fatto scendere Renata 2 km prima di arrivare a destinazione, lasciandola proseguire a piedi su sua richiesta.

Il cadavere è stato ritrovato da un muratore, venerdì scorso intorno alle 17; l’uomo ha raccontato di essersi fermato per una sosta e di aver sentito una puzza fortissima che veniva dalla scarpata che scende fino al Chienti. Si è sporto per verificare ed ha visto una mano spuntare tra i rovi e chiamato subito i carabinieri. Il recupero è stato fatto ieri mattina presto dai militari del Nucleo investigativo di Macerata e del Nucleo operativo e radiomobile di Tolentino, coadiuvati dai vigili del fuoco.

Seguici sul nostro canale Telegram

sasso contro auto nel torinese

Sasso da cavalcavia nel Torinese: camionista illeso racconta di essere vivo per miracolo

caso arce news omicidio serena mollicone

Serena Mollicone news: super perizia dà ragione al padre che ora chiede a gran voce “Giustizia!”