in ,

Renata Rapposelli news figlio, Chi l’ha visto? cerca testimoni, si fa viva una donna

Morte Renata Rapposelli news: una telespettatrice ha risposto all’appello di Chi l’ha visto? che invitava chiunque avesse visto o udito qualcosa, il giorno che la pittrice anconetana è scomparsa, a farsi avanti. Sembra infatti molto inverosimile che se davvero la donna prima di sparire sia entrata in casa del figlio e dell’ex marito, a Giulianova, nessuna l’abbia vista entrare o uscire.

Una donna si è fatta avanti, e dopo aver risposto all’appello dell’inviata del programma di Rai 3, si è presenta agli inquirenti per riferire di avere sentito grida provenire dall’appartamento del figlio di Renata, Simone, il pomeriggio del 9 ottobre scorso, giorno della scomparsa. In effetti è stato lo stesso simone Santoleri – indagato insieme al padre per omicidio in concorso e occultamento di cadavere – a dire che la madre quel giorno è stata poco in casa, e che durante la sua breve permanenza ha litigato in maniera accesa con suo padre, nonché suo ex marito, e poi con lui per questioni di soldi.

TUTTO SULLA CRONACA: LEGGI LE NEWS SU URBANPOST

C’è però un particolare che non torna: se infatti Simone ha detto che già prima delle 14 la madre è andata via in auto con il padre, che avrebbe dovuto accompagnarla fino al santuario di Loreto ma su sua richiesta l’avrebbe fatta scendere circa 2 km prima di arrivare a destinazione, la testimone invece colloca Renata in quella casa un po’ più tardi. La donna, frequentatrice della palestra ubicata a fianco alla casa dei Santoleri, dice infatti di avere sentito quelle grida intorno alle 16. Se gli inquirenti la riterranno attendibile potrà confermare quanto sostenuto dalla farmacista di Tortoledo Lido, che si dice sicura di avere venduto un farmaco calmante proprio alla pittrice, poco prima delle 17 del 9 ottobre scorso.

Leggi anche: Renata Rapposelli news: guasto auto figlio, la svolta nelle indagini potrebbe arrivare a breve

Al via gli esami tossicologici sul cadavere di Renata Rapposelli

Si cercano conferme di quella che è la pista investigativa regina della procura di Ancona che indaga sul caso: la morte per avvelenamento della pittrice Renata Rapposelli. Già conferito l’incarico al super perito Giampietro Frison, del dipartimento di Tossicologia forense dell’Ulss di Venezia, che si è preso 45 giorni di tempo per analizzare i reperti dei prelievi effettuati nelle due autopsie sul corpo di Renata, e stabilire se la pittrice abbia o meno assunto veleni o medicinali che ne abbiano cagionato la morte. Nell’ipotesi peggiore, nemmeno la possibilità che sia stata narcotizzata è esclusa.

Anticipazioni Verissimo ospiti

Anticipazioni Verissimo, ospiti: Massimo Ranieri, Nicola Savino, Jeremias e Cecilia Rodriguez

Cecilia Rodriguez permesso di soggiorno scaduto

Cecilia Rodriguez a Verissimo: “Con Ignazio è amore, non infatuazione”