in ,

Renata Rapposelli news: si cercano la borsa e il cellulare, il dirupo sul Chienti sarà disboscato

Morte Renata Rapposelli news: le ultime indiscrezioni sulle indagini relative alla misteriosa scomparsa e morte della pittrice anconetana riferiscono che la Procura ha disposto il disboscamento dell’area in cui è stato rinvenuto il cadavere della donna, ovvero il dirupo sul fiume Chienti, nelle campagne di Tolentino.

Si vuole infatti tentare il tutto per tutto pur di rinvenire la borsa che Renata quel giorno, 9 ottobre, portava con sé, così pure il suo telefono cellulare e gli effetti personali, mai ritrovati in settimane di indagini e ricerche in loco. Come riferito ieri a Chi l’ha visto?, durante i sopralluoghi dei giorni scorsi sul posto è stato ritrovato un pezzo di plastica ritenuto interessante dai Ris di Roma che si stanno occupando del caso: un pezzo di plastica compatibile con un pararuota, che sarà confrontato con la Fiat 600 bianca sequestrata ai Santoleri, indagati per concorso in omicidio e occultament di cadavere.

Si cerca di stabilire se quella vettura sia arrivata fino al dirupo in cui il 10 novembre scorso, a un mese dalla scomparsa, è stato ritrovato il corpo senza vita della pittrice. Padre e figlio negano, ovviamente, ma gli inquirenti sospettano che siano stati loro a gettare nel dirupo la donna. Se già morta ancora non è chiaro. Vige ancora il più fitto mistero sulle cause della morte di Renata Rapposelli: l’unica cosa che il medico legale ha potuto constatare analizzando i resti della donna è che l’omicidio con arma da fuoco è da escludere. Esclusi anche fendenti profondi con armi da taglio. Se si va ad esclusione, quindi, le ipotesi sono che la donna sia stata strangolata, oppure soffocata o ancora avvelenata. Quest’ultima la possibilità più accreditata dagli inquirenti, che hanno disposto specifici accertamenti.

Renata Rapposelli news: le indagini, i dubbi sull’ex fidanzata di Simone e il debito in famiglia

Le tracce biologiche nel sedile posteriore dell’auto

C’è attesa anche per lanalisi delle tre tracce biologiche ritrovate dai Ris sul sedile posteriore dell’auto sequestrata agli indagati. Simone Santoleri a tal riguardo avrebbe già fatto sapere attraverso i suoi legali che quelle tracce potrebbero essere dovute ad alcuni sacchi della spazzatura che erano stati trasportati con quella vettura.

Seguici sul nostro canale Telegram

Concerti Milano 2016

Rock in Roma 2018 date, line-up, prezzo biglietti e prevendita Ticketone: tutte le info utili sulla decima edizione

Concorso Dirigente Scolastico: bando, requisiti, cosa studiare, tutte le info utili sul regolamento (GUIDA)