in

Renato Bialetti è morto, l’addio al “baffo” che ha reso la moka celebre in tutto il mondo

Icona del marketing ma anche dell’imprenditoria italiana, è morto Renato Bialetti: l’uomo ci ha lasciati nella notte all’età di 93 anni dopo una vita passata a seguire le orme del padre e a portare i suoi prodotti in tutto il mondo.

“Sono un giovane imprenditore italiano, mi dia una mano, lei che ha cominciato dal nulla come me. Quando rientra nella hall dica che usa una mia caffettiera; mi serve per fare colpo su questi riottosi clienti. Tornai, convinto e rassegnato che Onassis avrebbe tirato dritto. Invece avvenne il miracolo. Onassis, fingendo di vedermi all’ultimo istante, tornò indietro, mi diede una pacca sulle spalle e disse: Renato, come va? Ma sai che non ho mai bevuto un caffè buono come quella della tua caffettiera? Sì, andò proprio così” questo il suo aneddoto più famoso, raccontato da Renato Bialetti stesso in occasione delle celebrazioni degli 80 anni della moka più famosa del mondo.

Tra le icone assolute del made in Italy, Renato Bialetti non è stato un comune imprenditore: nonostante la giovane età e l’aver preso le redini della società nei difficili anni del Dopoguerra, Bialetti è stato pioniere di un nuovo ed innovativo modo di fare business ma anche marketing. Indimenticabile è infatti il suo viso baffuto e cartoon stampato su ogni moka Bialetti che ha fatto il giro del mercato mondiale: Renato Bialetti, infatti, nei suoi 93 anni di vita ha reso celebre in tutto il mondo la moka, inventata da suo padre nel 1933.

(Foto: Stefano Tinti/Shutterstock)

Prostituzione in Italia

Prostituzione on line dati: come il sesso a pagamento è cambiato con l’avvento del web

uomini e donne gossip

Uomini e Donne Trono Over: Gemma e Giorgio faranno pace?