in

Renzi nuovo partito, lista dei 40 deputati e senatori che passano a “Italia Viva”

«Sarà un’esplosione di proposte!», così Matteo Renzi ha annunciato la Leopolda 10, edizione 2019. E alla convention annuale, che si terrà dal 18 al 20 ottobre, l’ex sindaco di Firenze presenterà il suo nuovo partito con tanto di simbolo. Prima del meeting l’ex premier conta di arrivare ad un gruppo parlamentare di 50 eletti (ovviamente in attesa delle stime da parte dei sondaggisti). Ma già ora, si comincia a delineare la compagine parlamentare che darà vita ai gruppi alla Camera e al Senato. Il “Corriere della Sera” ha pubblicato l’elenco di deputati e senatori che andranno a costituire il nuovo partito di Renzi Italia Viva (il cui nome ha suscitato non poche polemiche!). 38 arrivano dal Pd, una da Forza Italia, uno dal Partito Socialista e uno da Civica Popolare.

Renzi nuovo partito, lista dei 40 deputati e senatori che passano a “Italia Viva”

Ecco di seguito l’elenco pubblicato da “Il Corriere della sera” pochi minuti fa:

  • SENATORI
    Davide Faraone, Giuseppe Cucca, Laura Garavini, Eugenio Comincini, Leonardo Grimani, Mauro Marino, Daniela Sbrollini, Ernesto Magorno, Francesco Bonifazi, Teresa Bellanova, Donatella Conzatti (da Forza Italia), Valeria Sudano, Nadia Ginetti e Riccardo Nencini (dal Partito Socialista Italiano).
  • DEPUTATI
    Lucia Annibali, Michele Anzaldi, Maria Elena Boschi, Nicola Carè, Matteo Colaninno, Camillo D’Alessandro, Vito De Filippo, Mauro Del Barba, Marco Di Maio, Cosimo Ferri, Silvia Fregolent, Maria Chiara Gadda, Roberto Giachetti, Gianfranco Librandi, Luigi Marattin, Gennaro Migliore, Mattia Mor, Sara Moretto, Luciano Nobili, Lisa Noja, Raffaella Paita, Giacomo Portas, Ettore Rosato
    Ivan Scalfarotto, Gabriele Toccafondi (da Civica Popolare) e Massimo Ungaro.

Partito Renzi, Beppe Sala: «Renzi preferisce un sistema che risponda pienamente a lui!». Zingaretti: «Salvini non ci combatte con le cerbottane!»

La nuova creatura di Renzi Italia Viva è stata accolta da un lungo strascico di polemiche. Se da un lato Silvio Berlusconi augura a Renzi “di avere successo”, altri sono fortemente ostili. Tra questi il sindaco di Milano Beppe Sala, che su Facebook ha scritto: «Le ragioni politiche della scissione di Italia Viva sono difficili da comprendere. Se l’obiettivo era quello di riorganizzare lo spazio politico in modo più coerente, temo che gli effetti, almeno al momento, siano diversi da quelli sperati. In quello stesso spazio “liberal-democratico” oggi c’è solo un soggetto in più. Credo che le ragioni vere di questa scelta risiedano invece altrove. Lo dico con rispetto per Matteo, ma credo che faccia molta fatica a stare in una comunità collaborativa, preferendo invece un sistema che risponda pienamente a lui. È questo quello che più ci distingue!». Netta anche la posizione del segretario del Pd Nicola Zingaretti, che ai microfoni di Rai Radio 1 ha detto: «Come è noto non faccio polemiche inutili. Bisogna riconoscere una semplice verità. Se si vuole fermare Salvini c’è bisogno di un grande Pd che sia il pilastro, il baricentro anche di un’alleanza più larga. Non si combatte né con le cerbottane né ignorando perché è forte. La Lega è forte perche intercetta e sfrutta la rabbia dei cittadini ma non dà risposte. Da qui la scommessa del governo Conte!».

leggi anche l’articolo —> “Italia Viva”, sito registrato già il 9 agosto: «È vero, ma con Renzi non c’entro nulla!»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Grottaminarda, incidente sulla SS372: morti sul colpo zio e nipote, grave la sorella

diletta leotta

Diletta Leotta Instagram nuovo video: scollatura esagerata, look bollente