in ,

Renzi, riforma del Senato: le minoranze Pd vogliono tagli anche alla Camera

Le minoranze del Pd vogliono un taglio anche dei deputati. E’ questa la proposta di due gruppi di senatori interni al partito democratico, uno guidato da Chiti, l’altro da Bersani e Letta. E proprio per questa ragione si prospetta uno scontro tra il Governo e lo stesso PD che lo sostiene. Matteo Renzi e il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi hanno più volte ribadito che la riforma costituzionale sul numero dei parlamentari non si tocca. Il rischio, secondo il premier e la Boschi, è di inabissare l’iter.

riforma del senato

La riforma del Senato prevede il taglio da 315 a 100 senatori. Per operarla è necessario andare a riscrivere la Costituzione. Per questa ragione vi sono dei tempi tecnici da rispettare, e conseguentemente un rinvio del voto dei due rami del Parlamento potrebbe portare ad un rallentamento definitivo.

Eppure le due fronde di minoranza del Pd non sembrano preoccuparsene. Anzi, la loro proposta di aggiungere tagli ai tagli: 630 deputati alla Camera sono ritenuti troppi dalle due frange democratiche. I due gruppi dovrebbero contare un totale di 43 parlamentari e la loro proposta arriva a poche ore delle prime votazioni in commissione, convocata per lunedì pomeriggio. Nel frattempo però il capogruppo Pd al Senato, Luigi Zanda chiama un’altra riunione dei suoi per decidere proprio come comportarsi in sede di voto, ormai iniziato. L’assemblea Dem è infatti in calendario martedì.

OITNB (Mya da settembre - La vittoria ai Critics' Choice Awards cast

Critics’ Choice Awards 2014: boom di vittorie per Orange is the new black e molte serie tv in onda su Mediaset Premium

Mondiale 2014 dei delitti contro l’incolumità delle persone: ecco la classifica dei vincitori