in ,

Report e i Vaccini: cosa è accaduto davvero? Gli errori sul Papilloma Virus, gli attacchi degli esperti e la sfida politica

Report sarà sospeso dopo il servizio sui vaccini andato in onda lunedì 17 aprile 2017? Risposta negativa. Lo assicura Monica Maggioni, presidente della Rai, che risponde a chi si preoccupa di una possibile chiusura della trasmissione di Rai 3. “Ho sentito le ricostruzioni più fantasiose. Nessuno ha mai pensato per un secondo di chiudere Report. Tanto per sgombrare il campo alle fantasie. Il problema – ha evidenziato la giornalista italiana – non è chiudere o meno un programma, è giusto chiedersi piuttosto se sia stato fatto quanto serviva per garantire un buon prodotto informativo”. Per questo motivo, la Maggioni si chiede se sia stato dato: “Il giusto peso a tutte le voci? La comunità scientifica è stata sentita fino in fondo? Solo così si aiutano i giornalisti a fare meglio il servizio pubblico. Perché bisogna rendersi conto che il servizio pubblico ha un effetto dirompente”.

Come vedere la puntata di Report sui Vaccini

  • Fico: “Se sospendono Report non pagate il Canone”

“Se sospendono Report, gli italiani sospendano il pagamento del canone. Siamo pronti ad andare sotto viale Mazzini con un vero e proprio presidio se la Rai chiude Report. Sarebbe un atto eversivo inaccettabile”. Così aveva commentato Roberto Fico il presidente della Commissione di Vigilanza Rai prima dell’intervento di Monica Maggioni. Per queste dure parole, però, non sono mancate le critiche dell’opposizione politica: “Dichiarazioni in contrasto con il suo ruolo di Vigilanza” accusano i DEM.

Benigni contro Report: ecco cosa è successo

  • Report Vaccini: di cosa parla il servizio andato in onda

Da cosa è nata la polemica su Report per il servizio andato in onda su Rai 3 lunedì 17 aprile 2017? Il vaccino contro l’Hpv è il primo vaccino contro il cancro messo a punto dai ricercatori. Nella trasmissione del terzo canale pubblico, Report ha citato una review del Nordic Cochrane Center dell’anno scorso che accusava l’Agenzia europea del farmaco (Ema) di aver sottovalutato le reazioni avverse.


Secondo l’Ema i vantaggi del vaccino contro il Papilloma Virus, che protegge dal tumore al collo dell’utero, sono di gran lunga superiori agli svantaggi. Nordic Cochrane Center critica il fatto che tutti i dati in materia sono stati diffusi dalle aziende farmaceutiche.

Leggi anche: Papilloma Virus sintomi e come si trasmette

  • Report Vaccini, il commento del professor Burioni

Il primo a scendere in “piazza” contro il servizio mandato in onda da Report sul vaccino per il Papilloma Virus è stato il virologo Roberto Burioni, professore Ordinario Microbiologia e virologia Facoltà di Medicina e Chirurgia Università Vita-Salute San Raffaele. “Diffondere la paura raccontando bugie è un atto grave e intollerabileha scritto su Twitter- . Vuol dire abusare in maniera perversa della libertà di opinione”. E ancora: “E’ come gridare c’è una bomba in uno stadio affollato e vedere la gente che fugge e calpesta i bambini.” “Le ipotesi allarmistiche riportate non hanno base scientifica”.

Leggi anche: Burioni contro Zaccagnini

  • Board del Calendario della Vita: “Indignati”

“I 23 minuti di trasmissione sul vaccino Hpv sono stati terrorizzanti per qualunque genitore in procinto di sottoporre i propri figli a una misura di prevenzione fondamentale per la loro salute futura – denunciano gli esperti -. Il servizio ha promosso la disinformazione e la sfiducia in tutte le istituzioni preposte alla salute collettiva, non soltanto italiane (Ministero della Salute, Aifa, Regioni) ma anche europee, facendo figurare l’Agenzia europea per i medicinali-Ema come un insieme di persone di dubbia trasparenza che ricevono finanziamenti dall’industria farmaceutica, la quale non avrebbe altro scopo se non fare profitto anche se questo comporta danni per i cittadini”. 

Si esprime così il “Board del Calendario della Vita”, che raggruppa nella protesta la Federazione italiana medici pediatri-Fimp, la Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica-Siti, la Società italiana di pediatria-Sip, la Federazione italiana medici medicina generale-Fimmg e il Sindacato italiano specialisti medicina legale e le assicurazioni-Sismla.

Ma non basta, perché secondo gli esperti il servizio di Report era inesatto:  “Nel servizio erano presenti numerose palesi inesattezze, a partire dalla dichiarazione che il maschio è ‘portatore sano del virus’, ignorando la patologia condilomatosa e tumorale che il virus del papilloma causa anche nel maschio. Ma proprio sul tema principale del servizio si è tralasciata l’informazione sul fatto che ciascun cittadino, con estrema facilità, può segnalare direttamente e autonomamente un evento avverso ai farmaci alle autorità di farmacovigilanza. Più volte nel servizio si è fatto cenno a una presunta resistenza dei medici a segnalare gli eventi avversi lamentati dopo la vaccinazione”.

Leggi anche: il Ministro Lorenzin e il Ticket Sanitario

  • Report Vaccini, la rabbia di Beatrice Lorenzin

Non si è fatto attendere il commento di Beatrice Lorenzin, ministro della Salute, che ha parlato così sul servizio mandato in onda da Report nella serata di lunedì. “Diffondere paura propugnando tesi prive di fondamento e anti scientifiche è un atto di grave disinformazione ed è quanto ha fatto ieri sera la trasmissione di Rai3 Report, dedicata al vaccino contro il Papilloma virus, il primo vaccino contro il cancro che l’uomo è riuscito a produrre.

Un vaccino sicuro e di grande efficacia, a differenza di quanto è stato fatto affermare sulla tv pubblica, senza alcun contraddittorio.” Il ministro del Governo Gentiloni, Beatrice Lorenzin, ha puntato nuovamente il dito contro la trasmissione di Rai 3: “Report ha dato spazio a teorie prive di base scientifica, instillando timore nei confronti di una pratica sicura, efficace e in grado di salvare migliaia di donne da un cancro aggressivo e spesso mortale”.

“Tutto ciò accade proprio mentre medici e scienziati di ogni parte del mondo , e mentre le istituzioni internazionali e nazionali sono impegnate in una campagna mediatica a favore della salute pubblica , per controbattere ai falsi miti degli anti vax, che sfruttano paura ed ignoranza per convincere i genitori a rinunciare ai vaccini”

  • Enrico Mentana commenta su Facebook

Anche il direttore di La7, nelle scorse ore, ha voluto dire la propria sul caso Report e la polemica politica nata da lunedì sera, dopo che la redazione giornalistica di Rai 3 ha mandato in onda il servizio sui vaccini. “Allora, in nome della coerenza: quelli del Pd e dintorni che urlavano “giù le mani da Orfeo” lo dicano anche per Report. E quelli del m5s che urlano “giù le mani da Report” lo dicano anche per Orfeo. Se no fate ridere, difensori della libertà e censori a corrente alternata.” E a chi lo ha accusato di paragonare il lavoro di Orfeo a quello della redazione giornalistica di Report, Mentana ha così ribadito: “Sa, la libertà, il rispetto, l’equilibrio non si esercitano solo per tutelare chi ci piace di più. Hanno il difetto di valere per tutti. Lo dico a lei come a tutti gli altri faziosi che sono accorsi a dire che “non si possono paragonare”. Non si possono, si devono.”

  • Report, perché il servizio sui vaccini è uno scontro politico

Perché il servizio sui vaccini di Report è diventato un caso politico? Ad alzare i toni della contesa è stato Beppe Grillo che, sul Blog, nella serata di ieri ha tuonato #iostoconReport. Ma il Garante del Partito 5 Stelle si è mosso contro il Partito Democratico: “Il Pd non è intoccabile. L’Unità non è intoccabile. Benigni non è intoccabile. L’Ema non è intoccabile. La libera informazione invece è intoccabile. Report non chiuderà a causa della censura di regime che contamina altri programmi RAI (come il TG1), il Pd impari a rispettare l’informazione indipendente”.

Leggi anche: Tutto su Beppe Grillo

Mentre sul tema vaccini, si è così espresso riprendendo il comunicato di Report: “Come abbiamo detto ieri sera in onda: l’inchiesta sull’anti-Hpv non è contro l’utilità dei vaccini, si tratta in tema di prevenzione della scoperta più importante degli ultimi 300 anni. Abbiamo parlato di farmacovigilanza: cosa accade quando ti inietti il vaccino e hai una reazione avversa”.

  • Matteo Renzi su Facebook: “Mi fido solo della scienza”

Intervento anche di Matteo Renzi in merito alla polemica scaturita sul programma Report di Rai 3 dopo il servizio sui vaccini. Lungo messaggio di accuse nei confronti di Beppe Grillo e tutti i creduloni delle stregonerie: “Lo dico forte e chiaro : credo nella scienza, non negli apprendisti stregoni. Mi fido del pensiero dei medici, non degli algoritmi dei portavoce. Seguo il pensiero di Rita Levi Montalcini o di Veronesi, non di Beppe Grillo e delle sue tesi sulla mammografia.  E la polemica sui vaccini va affrontata in modo scientifico non ascoltando i guru che pontificano su cose che non conoscono. Basta vivere di paure, amici.

Trovo assurdo doverlo dire e ribadire ma va fatto: non credo alle scie chimiche, non credo ai complotti degli americani sulla Luna, non credo alle sirene. Tutte ipotesi realmente avanzate in questi anni da gente che sta in parlamento a rappresentarci. Non credo cioè a tutte le assurdità che una classe dirigente improvvisata e priva di etica scientifica ha detto utilizzando un seggio alla Camera e una password su Facebook.”

  • Il Movimento 5 Stelle contro la demagogia di Renzi

“Riteniamo le vaccinazioni un fondamentale strumento di tutela della salute. Abbiamo un approccio civile, che intende responsabilizzare e coinvolgere maggiormente il sistema sanitario pubblico: cittadini vaccinati sì, ma in modo consapevole. Siamo persone responsabili ed equilibrate e per questo su un tema estremamente serio come quello dei vaccini non scenderemo sul campo di Renzi, che fa una demagogia politica avvilente e usa la scienza come una clava”. Così i deputati e senatori del Movimento 5 Stelle si sono espressi in Commissione Affari Sociali e Igiene e Sanità.

[dicitura-articoli-medicina]

Piano Vaccinale 2017 novita vaccini gratis ministro Lorenzin

Treviso: infermiera fingeva di vaccinare i bambini ma buttava via le fiale

Pensioni 2017 news: età pensionabile, ecco le categorie escluse dall'aumento

Pensioni 2017 news: pensioni anticipate, Ape, Quota 41 e i richiami al Governo per passare alla Fase 2 della riforma